conti pubblici posted by

RENZI IL NIENTOLOGO ED IL PARTITO DEMOCRATICO: SIMPATICI TASSATORI CHE CI GARANTIRANNO 45 ANNI DI POVERTA’ ASSOLUTA

Lo scorso 25 aprile, il redivivo Silvio Berlusconi ha definito Renzi “un simpatico tassatore”. Cerchiamo di capire se questa affermazione contiene un qualche fondamento di verità oppure è solo il modo, dall’oramai ex Cavaliere, per far prendere le distanze da Renzi al proprio elettorato di riferimento.
crozza_berlusconi_renzi

Come possiamo fare per risolvere il nostro problema? Se ricordate bene, qualche tempo fa vi pubblicai un pezzo dal titolo:

 

“2014: il calo delle tasse di Letta, la ripresa economica di Saccomani e i tagli di Cottarelli

(I sogni son desideri)”

dove mostrai i seguenti grafici del MEF di Letta (settembre 2013) che per doverosità preferisco riportare:

ENTRATE FINALI GRAFICO CORRETTO

E questo era invece il differenziale delle entrate ad inizio e al termine del DEF di Leptas e Sakkodannis:

 

 

Base di partenza 2013 = 690,48 miliardi;

 

Punto di arrivo nel 2017 = 771,35

 

Delta tasse 2013-2017 = + 80,87 Miliardi di euro

 

Delta tasse % = +11,71%

 

Si capiva benissimo che il disastroso ed incapace duo Leptas-Sakkodannis avevano la sola capacità di CERCARE INUTILMENTE DI RISOLLEVARE I LORO CONTI CON I NOSTRI SOLDI/AVERI!

 

Vediamo ora, quale aggiornamento 2014 delle vecchie manovre, cosa ha deciso il Premier nell’applicazione della sua Nientology, cerchiamo di capire se il CAV ha ragione o, invece, ci troviamo davanti ad un perfetto liberista di destra che ha scalato l’unico grande partito che si trovava sprovvisto di leader.

 

Il DEF 2014:

 

1)      LA CRESCITA

 

Per quanto attiene le previsioni del mitico duo Renzi-Padoan, possiamo dire che il loro scenario di base, quello in base al quale hanno fatto le loro previsioni, già oggi è andato a farsi benedire perché, come sostenevamo da tempo, la vera crescita non solo non raggiungerà lo 0,8% ma non supererà neanche lo 0.5%! Prendiamo quindi per veritiero o quantomeno maggiormente plausibile lo Scenario di minore crescita = 0,3%.
SCENARIO DI MINOR CRESCITA E OUTPUT GAP 2014

Vi ricordo che mentre i consumi si stanno sfracellando:

CONSUMI ADDIO

 

L’unico driver di crescita sarà dato dall’incremento del Pil mondiale che garantirà uno 30% dello 0,7% d’incremento (3,7-3,0=0,7%)! Vi ricordo che con lo stato neutrale, ovvero in pareggio di bilancio, solo l’export può spingere la crescita!

 

Se però il consumo frena la crescita da maggior export, allora attendiamoci un bello zero!

 

2) OUTPUT GAP: CAPANNONI, MACCHINARI E MANODOPERA INOPEROSI PERCHE’ IN ECCESSO RISPETTO A QUANTO SERVE IN UN’ECONOMIA IN CUI LO STATO SI TIRA INDIETRO DALLO SPENDERE CAUSA RIMBORSO DEBITI STORICI

Per quanto sopra, anche nel 2014 avremo un OUTPUT GAP negativo di almeno il 4% (ma facciamo pure 4,2). Cosa significa? Che potremmo fare quantomeno 50-60 miliardi in più di fatturato ed invece ci stiamo rinunciando pur di perseguire i due seguenti obiettivi:

a – pareggio di bilancio strutturale;

b – bilancia commerciale positiva tramite IL PROTEZIONISMO DOGANALE INDIRETTO (aumento della tassazione che inibisce i consumi – ma anche la produzione per il mercato interno – con conseguente riduzione delle importazioni).

La storia del pareggio di bilancio per la parte strutturale significa che anche essendo in deficit, possiamo considerarci in pareggio perché se non fossimo in crisi avremmo avuto maggiore crescita e quindi minore deficit. Per questo motivo la Commissione UE chiede un lieve ritocco. Peccato che sia quello stesso ritocco l’elemento che poi ci spinge in crisi:

AVANZO PRIMARIO E AVANZO PRIMARIO CORRETTO PER IL CICLO

Notate sulla tavola l’avanzo primario che serve, al 31 dicembre 2013 era 2,2% esso andrà portato almeno al 4.2% se il PIL non crescerà abbastanza (e questo sappiamo che accadrà perché siamo noi stessi ad autoimporci la crisi). Questo significa almeno 30 miliardi in più di tasse perché di crescita non se ne parla proprio…. quindi!

Ora, se fossimo in assenza di crisi, oggi avremmo almeno un 4,7% di AVANZO PRIMARIO ma il problema è che la crisi non passerà MAI (dato che siamo i soli ad averla e ce la auto imponiamo) PERTANTO IL PASSAGGIO DELL’AVANZO PRIMARIO DAL 2.2% AL 4.2 O 5,9% SOLO TRAMITE TASSE E TAGLI POTRA’ AVVENIRE, non sicuramente per il tramite della crescita.

Il fatto che la crescita non ci sarà lo si capisce analizzando il lato dell’offerta (non della domanda) che prevede (sempre da DEF) i seguenti contributi:

TABELLA IN ALTOCRESCITA LATO OFFERTA

Come vedete da soli, 2014 e 2015 né il lavoro (L elevato all’alfa) né il capitale (K elevato all’uno meno alfa) o la TFP (Produttività totale dei fattori) in qualche modo danno il loro contributo alla crescita.

 ****

****

( PIL POTENZIALE    =    L elevato ad alfa    X    K elevato a 1-alfa    X    Total Factor Productivity )

****

****

Ma questo è ovvio, che senso ha investire in macchinari, assumere dipendenti o ingaggiare manager per aggiustare la riorganizzazione della fabbrica a avere una maggiore produttività SE NON SI HA DOMANDA AGGREGATA?

 

3) L’EQUIVALENZA RICARDIANA (FACCIAMO TAGLI E METTIAMO TASSE CHE STARANNO MEGLIO I NOSTRI FIGLI)

A proposito di impostazione dell’economia a partire dal lato dell’offerta. Questa metodologia si basa sull’EQUIVALENZA RICARDIANA ovvero sul concetto che:

SE IL DEBITO IN FUTURO SARA’ BASSO, CI ATTENDEREMO MENO TASSE DA PARTE DELLO STATO E, PER TALE MOTIVO, OGGI DOVREMMO ESSERE PORTATI COME CONSUMATORI A SPENDERE DI PIU’!

Questo è il motivo per cui oggi abbiamo intrapreso la strada della riduzione del debito per mezzo del Fiscal Compact. Ma qual è la cosa stupenda? Che dobbiamo rimborsare intere vagonate di miliardi di debito pubblico nei prossimi 20 anni per ritrovarci SOLAMENTE UN 8% DI CALO DELLE TASSE?

MA QUESTI SONO FUORI COME UN BALCONE !

*****

*****

E io dovrei spendere di più oggi perché fra 45 anni (quando sarò morto e sepolto e le mie figlie avranno il problema principale di prevenzione dell’osteoporosi) lo stato mi farà pagare un 8%  di tasse in meno?

*****

*****

MA IO ESPATRIO SUBITO !

EQUIVALENZA RICARDIANA

Va bene, fra 45 anni mi ridurranno un 8% di tasse sul PIL (quale rapporto tra spesa pubblica e Pil).  Ma cosa accadrà nei prossimi 3-4 anni, anni in cui debbo ancora pagare l’auto e dovrei accumulare liquidità per inviare le figlie all’università (fra 5 anni)?

Questo:

PREVISIONE MANOVRE IN CASO DI SCENARIO BASE

Una manovra lorda di questo genere crea MAGGIORI ENTRATE PER LO STATO (MAGGIORI TASSE) PER OLTRE 90 MILIARDI DI EURO ! ! !

Ebbene si, cari amici, effettivamente dalla manovra si capisce che sebbene l’idea di Europa del Centrodestra sia essenzialmente Ultraliberista, in realtà in alcuni stati la governance è in mano esclusivamente a dei grandissimi TASSATORI!

come-monti-e-letta-anche-renzi-fa-il-tassator-L-UPx065 

O CAMBIAMO QUESTO PAESE O IO ESPATRIO! …. 45 ANNI DI QUESTA IPERTASSAZIONE NON LA REGGO PIU’ !

crozzarenzi-2

Maurizio Gustinicchi

Economia 5 Stelle

 

 

 

 

 

 

 

1

2 Comments

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog