attualita' posted by

RALLENTAMENTO DEL CREDITO USA: ARIA DI RECESSIONE SE FALLISCONO GLI STIMOLI FISCALI

 

Grazie a Zerohedge abbiamo una serie di grafici interessanti sull’andamento del credito USA, che mettono il colosso d’oltreoceano in una posizione, diciamo , particolare.

Prima di tutto consideriamo come va il credito negli USA, soprattutto alla luce degli ultimi incrementi degli interessi da parte della FED. Prima di tutto la crescita ad aprile

Il tasso di crescita ha avuto una caduta, andando ai minimi dal 2011. Il QE chiude, i tassi si alzano, le aziende prendono meno in prestito. Vi è anche un calo nei prestiti totali.

Se valutiamo i prestiti complessivi all’industria andiamo anche peggio:

Praticamente siamo tornati al valore dei prestiti complessivi di sei mesi a. Anche questo non è un buon segno. Se non crescono i prestiti alle aziente (C&I sta per commercial and industrial) vuol dire che non ci sono veri grandi investimenti, perchè non c’è prospettiva di crescita economica

Questo fatto è negativo soprattutto a livello di studio storico di questo valore: un calo dei prestiti industriali e  commerciali è stato un segnale dell’approssimarsi di forti recessioni.

Se gli investimenti produttivi non tirano, come vanno i prestiti al consumo ?

Anche in questo caso la crescita rallenta, e da novembre è stata solo dell’1,4%.

Vi è quindi un rallentamento del credito , soprattutto a livello industriale. Questo non è un buon segno per nessuno, neanche per la borsa. Tutto si è finora mantenuto in piedi sulla base delle aspettative della grande manovra fiscale di Trump, ma questa sembra ormai destinata ad essere meno forte di quanto si pensasse. Il presidente è debole e la “Border tax” pare si trasformerà in una IVA , molto meno efficace e che, soprattutto, richiede una lunga discussione la congresso. Nel frattempo il rialzo ulteriore previsto dei tassi FED potrebbe ricreare le condizioni per una crisi simile a quella del 2007. Quale settore ne verrà colpito questa volta ?

C’è il rischio di un brutto risveglio per l’economia USA.

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog