Seguici su

Attualità

Quest’anno gli USA raggiungeranno il record nell’uso di energia

Pubblicato

il

 

La U.S. Energy Information Administration ha dichiarato martedì che il consumo di energia elettrica negli Stati Uniti raggiungerà un nuovo massimo quest’anno, grazie all’aumento dell’attività economica e a un’estate particolarmente calda.

L’EIA prevede che nel 2022 la domanda di energia elettrica negli Stati Uniti raggiungerà i 4,044 trilioni di kWh, in aumento rispetto ai 3,941 trilioni di kWh dello scorso anno e rispetto al minimo storico di 8 anni di 3,856 trilioni di kWh registrato nel 2020. L’EIA prevede che la domanda totale di energia elettrica negli Stati Uniti diminuisca leggermente l’anno prossimo, passando a 4,004 trilioni di kWh.

Il record di consumo di energia elettrica negli Stati Uniti è stato stabilito nel 2018, quando il consumo di energia elettrica ha raggiunto 4,003 trilioni di kWh, ma i dati del 2022, secondo l’EIA, dovrebbero superare quel record.

Secondo le previsioni, il consumo di quest’anno dovrebbe essere di 1,514 trilioni di kWh per i clienti residenziali, 1,376 trilioni di kWh per i clienti commerciali e 1,011 trilioni di kWh per l’industria.

Per quanto riguarda il mix di questa energia, la quota del gas naturale nella produzione di energia elettrica è salita al 39% quest’anno, rispetto al 37% dello scorso anno, anche se l’EIA prevede che scenderà al 37% nel periodo 2-2023. La quota del carbone è prevista per la fine dell’anno al 20% del totale, dal 23% dell’anno scorso, mentre l’EIA prevede un ulteriore rallentamento l’anno prossimo, al 19%.

Le fonti rinnovabili dovrebbero concludere l’anno al 22%, prima di salire al 24% l’anno prossimo, mentre l’energia nucleare dovrebbe scendere al 19% del totale quest’anno, dal 20% dell’anno scorso. Si prevede che il nucleare riprenda a rappresentare il 20% del mix energetico totale nel 2023.

Secondo lo STEO dell’EIA, i prezzi più alti dell’elettricità quest’inverno si registreranno nell’ISO New England, dove i prezzi all’ingrosso dell’energia elettrica di picco supereranno in media i 200 dollari per megawattora il mese prossimo, con un aumento del 25% rispetto al gennaio 2022, a causa delle limitazioni dei gasdotti che trasportano il gas naturale nell’area, il che significa che i prezzi all’ingrosso dell’elettricità saranno probabilmente legati alle costose importazioni di GNL o di olio combustibile.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito