Seguici su

Attualità

Quasi centro guardia di fronteira del Myanmar fuggono in Bangladesh nel mezzo degli scontri con i ribelli

Pubblicato

il

Almeno 95 guardie di frontiera del Myanmar, alcune delle quali ferite, sono fuggite in Bangladesh negli ultimi giorni a causa dell’intensificarsi dei combattimenti tra le forze ribelli del Myanmar e il regime della giunta, hanno dichiarato lunedì i funzionari del Bangladesh a Reuters. 

Da quando ha organizzato un colpo di stato contro un governo eletto nel 2021, la giunta sta affrontando la sua sfida più grande, cercando di contenere una sanguinosa ribellione che ha visto l’allearsi e il coordinarsi di diversi gruppi anti junta militare che sono stati in grado di opporsi militarmente all’attuale governo.

In Bangladesh hanno ascoltato sparatorie diffuse provenienti dall’altro lato del confine. Gli spari sono stati ascoltai nel distretto tursitico del Cox’s Bazar  dove ora vivono un milione di rifugiati della minoranza musulmana Rohingya dell’ex Birmania, perseguitata dal governo dal 2017.

I membri della Polizia di Frontiera del Myanmar (BGP) sono entrati in Bangladesh con le loro armi e 15 di loro avevano ferite da proiettile quando hanno attraversato il confine, ha dichiarato lunedì Shariful Islam, un portavoce della Guardia di Frontiera del Bangladesh, aggiungendo che i feriti hanno ricevuto cure in diversi ospedali.

Le truppe della BGP potrebbero essere ospitate nel vicino distretto di Bandarban prima di essere rimandate in Myanmar, ha dichiarato Mohammed Mizanur Rahman, commissario del Bangladesh per il soccorso e il rimpatrio dei rifugiati con sede a Cox’s Bazar.
“Mi è stato chiesto se il BGP può essere ospitato in modo sicuro nei campi di transito costruiti a Bandarban per il rimpatrio dei rifugiati Rohingya. I campi sono vuoti”, ha detto Rahman. Il che è, in un certo modo ironico, perché nei campi costruiti per i
Lunedì, proiettili e colpi di mortaio provenienti dall’altra parte del confine con il Myanmar sono atterrati sul territorio del Bangladesh, uccidendo almeno due persone, ha dichiarato un funzionario del governo di Cox’s Bazar.

Frontiera Bangladesh Myanmar

“Una donna del Bangladesh e un Rohingya sono stati uccisi e un bambino è stato ferito vicino al confine da un colpo di mortaio sparato dal Myanmar”, ha dichiarato Mohammad Shamsud Douza, il vice funzionario del governo del Bangladesh responsabile dei rifugiati.
Molti residenti sul lato bangladese del confine si sono rifugiati nelle case dei parenti più lontane dalla violenza per timore di essere coinvolti negli scontri.

Secondo i rifugiati Rohingya in Bangladesh, il panico ha attanagliato i campi profughi in Myanmar e molti aspettano di attraversare il confine con il Bangladesh perché le catene di approvvigionamento sono state interrotte a causa del conflitto in corso, per cui mancano le forniture dei beni essenziali.

Ormai gli scontri fra  soldati della junta miliatare ed etnie ribelli si stanno espandendo a gran parte del paese e il coordinamento delle opposizioni sta causando problemi enormi alle forze armate, che , ormai, appaiono vicine al punto di non ritorno. La fuga delle guardie di frontiera è un segno del progressivo disfarsi delle forze armate del paese. Il redde rationem potrebbe avvenire prima di quanti molti si aspettano.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


E tu cosa ne pensi?

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento