attualita' posted by

Qualche consiglio per le rate….

Troppe rate da pagare? Ecco qualche consiglio

Ci sono periodi in cui i pagamenti si accumulano e un prestito o un finanziamento si protraggono per troppe rate mettendo in difficoltà i nostri bilanci. Gestire risparmi e pagamenti, soprattutto quando ci sono periodi di entrate minori, può essere molto complesso. Per questo ti consigliamo di parlare con un istituto di credito serio e trovare subito una soluzione. Difatti ci sono alcune strade percorribili che potresti prendere in considerazione per gestire al meglio i tuoi flussi di entrate e uscite di cui dovresti tener conto. Una di queste è il consolidamento debiti, una soluzione ideale per chi vuole estinguere posizioni debitorie. Quindi se hai troppe rate da pagare scopri come fare leggendo il nostro articolo.

Come funziona il consolidamento debiti?

Il consolidamento debiti potrebbe essere una soluzione ideale proprio per estinguere le tue posizioni debitorie precedenti consolidandole con un unico finanziamento, quindi pagando un’unica rata mensile. Il consolidamento debiti consiste, quindi, in un’unica rata da pagare. I debiti si vanno a fondere in un unico debito con scadenza a lungo termine per consentire al debitore di pagare una rata mensile di importo inferiore alla somma di tutte le rate dei precedenti finanziamenti, dilungando leggermente i tempi.

Quanto dura e come funzionano gli interessi?

Di solito un consolidamento del debito ha una durata variabile che può durare da pochi mesi a dieci anni e può arrivare anche ad un massimo di 120 mesi. Dipende tutto dal tipo di debiti precedenti accumulati e dall’importo di tutte le rate sommate da saldare e, quindi, conviene parlare approfonditamente con un consulente in grado di calcolare il costo, gli interessi e la durata.

Le principali caratteristiche di un prestito di consolidamento sono generalmente la durata medio-lunga e il tasso d’interesse simile o inferiore a quello dei debiti originari accumulati.

Chi può richiedere un consolidamento del debito?

Per accedere a questo tipo di soluzione, bisogna essere lavoratori dipendenti di ruolo e con contratto a tempo indeterminato. Nel caso di liberi professionisti o lavoratori saltuari sarà necessario fornire alla banca a cui ci si è affidati la garanzia di un garante oltre alla valutazione e all’analisi della situazione patrimoniale.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed