conti pubblici posted by

Encore, la solita propaganda sull’evasione italiana, abbaglio troppo spesso statistico. Senza dirci che l’ISTAT ha calcolato che il sommerso dell’Italia è praticamente uguale a quello tedesco!

Sistematicamente vengono riportati articoli – spesso farneticanti, oggi è la volta di quelli di Ca’ Foscari, un altro contributo fra i tanti contributi NON ufficiali – che inducono a pensare che l’evasione italiana è enorme. Se però uno va a guardare i dati ISTAT, gli unici degni di nota anche perchè ufficiali oltre che coordinati con i parametri Eurostat, scopriamo che l’evasione italiana in % sul PIL è molto simile a quella della Germania (12.6% vs 12,2%, nel 2015). Perchè succede? Semplice, vogliono convincervi che bisogna aumentare le tasse per poter perseguire (meglio dire, perseguitare) cittadini ed imprese alla ricerca di gettito.

Si, perchè nessuno ha davvero il coraggio di dirvi che eliminare TUTTA l’evasione sarebbe da fessi, bloccherebbe l’economia. Infatti tutti i paesi, tutti, hanno un tax gap che non pensano nemmeno lontanamente di eliminare, il costo per farlo sarebbe ben superiore ai vantaggi ottenuti. Il Sole24ore, testata tanto blasonata quanto vicina al fallimento, ha un titolo che riassume bene i motivi di questa spinta a cacciare le streghe del sommerso restando filo-governativa in tutto e per tutto (forse anche per restare a galla? Noi non riportiamo i conti altrui a scatola chiusa, noi i conti, giusti o sbagliati, li abbiamo fatti e spiegati, ancora aspettiamo critiche/appunti/domande sul metodo applicato….).

Facciamo due righe di conti sulla base dei dati ufficiali (i conti li avevo fatti sul 2015, nel 2016 il sommerso è certamente minore vista la stretta fiscale progressiva anche nei controlli):

PIL Italia su dati ISTAT, 2015:  1.636.372 mld EUR (LINK)

Sommerso Italia, 2015 su dati ISTAT: 207 mld EUR (vedasi articolo sotto, LINK)

Sommerso/PIL Italia, 2015 = ca. 12.6%

Resta la realtà dei fatti ossia che l’evasione tedesca (12.2%) è simile a quella italiana (12.6%), la spiegazione dettagliata la trovate nell’articolo proposto (LINK). Ma a Berlino nessuno si straccia le vesti per ridurla ulteriormente. Infatti ridurla significherebbe deprimere ulteriormente l’attività economica, nel caso italico già ammazzata da tasse da record mondiale e burocrazia a livello di primato universale.

Vi lascio quindi ad un articolo di qualche mese fa (vedasi LINK), che spiega il problema nei dettagli, dando un metro di analisi fattuale  (e non buttato lì, al vento, senza farvi capire nulla, men che meno farvi usare il cervello). Smettetela per favore di farvi prendere in giro dalla stampa politicizzata: se vi fanno credere che ci sono tasse da prendere – dove invece molto probabilmente non ci sono, almeno dove dicono loro (io andrei a guardare nei conti delle multinazionali, …) – voi approverete idealmente progetti di legge che porteranno verso il fascismo fiscale. Eppoi, bisognerà pure trovare i fondi per pagare le altissime pensioni della casta di Stato, magistrati in primis, i percettori delle pensioni più alte in Italia, quasi il doppio dei secondi (i notai).

Non ve ne siete resi conto ma siete già in una situazione in cui lo Stato è in grado di sequestrarvi o almeno bloccarvi gli averi in conto – o anche i vostri assets reali, case ecc. – ipotizzando ANCHE SENZA AVERE PROVE INIZIALI, solo un sospetto, che voi avete evaso: l’idea di questi scellerati è di permettere allo Stato di prima bloccare i beni a garanzia e poi fare i conti, per successivamente liberare i soldi al netto dell’evasione rilevata.

Esagero? Vedremo, tenete a mente queste poche righe, ne riparliamo fra due o tre anni.

Questo si chiama appunto fascismo fiscale finalizzato al pagamento del debito e guarda caso benedetto dall’EUropa: un’Italia che non esce mai dalla crisi è la condizione perfetta per chi vi vuole spogliare delle vostre ricchezze.

Meditate, gente, meditate. Ed informatevi.

Ecco il mio piccolo contributo.

MD

________________________

https://scenarieconomici.it/economia-sommersa-usata-per-aumentare-tasse/


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog