attualita' posted by

Problemi di gas per la Merkel? La vittima del Novichock potrebbe non essere una persona

Come fa notare  Die Welt, fermare la costruzione del gasdotto Nord Stream 2 come ritorsione all’avvelenamento del politico dell’opposizione russo Alexei Navalny potrebbe essere costoso per i contribuenti. “Il progetto è stato approvato da tutti gli organismi responsabili dell’UE, comprese le autorità nazionali in Germania, Svezia, Danimarca e Finlandia”, dichiara il presidente del Comitato orientale degli affari tedeschi , Oliver Hermes, mo ora, fra pressioni  USA ed un caso di carattere politico , si rischia di mandare tutto a quel paese.  Però il prezzo da pagare sarebbe altissimo.

Sia Heiko Mass, sia la stessa Angela Merkel non escludono l’ipotesi di fermare Nord Stream 2 dopo che all’ospedale Charitè di Berlino il dissidente russo Navalny  è risultato avvelenato con il Novichock, gas tossico di cui ri ritiene siano in possesso i russi e il cui uso è stato richiamato nel caso Skripall in UK. In Gas che , però, non riesce ad ammazzare nessuno ed è pure rilevabile, a quanto pare. Però, come abbiamo detto, ci sarebbe un prezzo altissimo da pagare, dato che l’opera è completa al 94% e si è fermata solo per le pressioni USA.

L’interruzione su ordine della Germania porterebbe alla nascita di un diritto di risarcimento da tutte le aziende che partecipano, e non si tratta di piccole cifre, ma di 12 miliardi di euro. Sarebbero 120 le aziende coinvolte, alcune delle quali impegnate anche nella realizzazione di rami secondari che portano il gas sino alla Repubblica Ceca. Che dovrebbero fare ora?

Poi il prezzo da pagare sarebbe non solo economico, ma politico. la Germania ed i suoi stretti  alleati, Olanda, Austria e Repubblica Ceca , hanno puntato quasi tutto sul gas naturale del Nord Stream 2 per superare la transizione energetica, abbandonare il carbone e il nucleare, ma avere energia in attesa dell’affermazione delle alternativa e della fusione nucleare. Senza questa fonte superare l’emergenza energetica causata dall’applicazione delle insensate norme di carattere climatico, la nuova mania tedesca, sarebbe veramente molto complicato. Bisognerebbe ridisegnare una politica di carattere  energetico sino basata quasi esclusivamente sul gas russo. Navalny ha rallentato la creazione dell’asse Berlino-Mosca-Pechino, e qualcuno deve ora pagare il conto.

I Polacchi, che sono stati un po’ meno affrettati dei tedeschi, hanno costruito un   primo terminal per il Gas Naturale Liquido, che viaggia per mare, e ne stano progettando un secondo. in questo modo potranno comprare gas sul mercato mondiale da chiunque ne abbia disponibile. I tedeschi vogliono legarsi mani e piedi alla Russia, ma allora devono anche tirare una bella boccata di Novichock. Vedrete che alla fine il problema Navalny passerà in secondo piano e l’unico oppositore a Nord Stream 2 sarà Trump con le sue minacciate sanzioni. I tedeschi, davanti ai soldi, mettono tutto da parte.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed