attualita' posted by

Nave ed aerei russi sparano colpi di avvertimento a cacciatorpediniere britannico. Mar Nero rovente

 

ARTICOLO AGGIORNATO : L’agenzia di stampa russa Ria Novosti riporta questo fatto accaduto oggi:

La flotta del Mar Nero, insieme alle guardie di frontiera, ha fermato la violazione del confine russo da parte del cacciatorpediniere britannico Defender a Cape Fiolent, ha affermato il ministero della Difesa.

Come notato dall’esercito russo, alle 11:52 la nave britannica ha attraversato il confine russo ed è entrata nel mare territoriale a Capo Fiolent per tre chilometri. È stato avvisato dell’uso di armi in caso di violazione del confine, ma l’equipaggio del cacciatorpediniere non ha reagito.

Alle 12:06 e alle 12:08 la nave pattuglia di confine ha aperto il fuoco di avvertimento. Dopo altri nove minuti, l’aereo Su-24m ha effettuato un bombardamento di avvertimento, facendo cadere quattro OFAB-250 in direzione del cacciatorpediniere.

 

Alle 12:23 la nave britannica ha lasciato i confini del mare territoriale della Federazione Russa .”

La Federazione Russa ha immediatamente contattato l’ambasciata Britannica a Mosca per presentare una protesta formale. Si tratta di un evento molto pericoloso, e che avviene all’indomani di un avvertimento mandato dai russi alla Nato di evitare manovre militari eccessive nel Mar Nero.

Non è per ora ben chiaro come mai un cacciatorpediniere britannico abbia tentato di entrare in acque che i russi ritengono di propria stretta competenza. Soprattutto non è chiaro perché l’equipaggio non abbia risposto ai primi avvisi. La Crimea e contesa fra Ucraina e Russia, anche se attualmente è, in pratica, parte della Federazione Russa. Può essersi trattato di un errore di navigazione della nave del Regno Unito, oppure di un test della capacità di reazione della difesa russa nel Mar Nero. Non si può neanche supporre che la nave stesse avviandosi verso lo stretto di Kerch per entrare in un porto ucraino nel mare d’Azov. Resta quindi un dubbio su questo pericoloso incidente, almeno sino a che non conosceremo la vsione bitannica.

AGGIONAMENO:

Gli inglesi hanno negato di essere entrati nele acquet territoriali russe, ma l’Ucraina, da parte sua, ha confermato l’episodio in questione. Questo significa che:

  • il Regno Unito non riconosce le acque della Crimea come russe;
  • questo e´accadto all´indomani di un accodo fra Ucraina e Regno Unito per lo sviluppo della flotta di Kiev

Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal