attualita' posted by

Morti negli USA: +40% nei giovani dai 18 ai 64 anni. Parola di AD assicurativo

 

Chi meglio di un assicuratore, anzi dell’Amministratore delegato (CEO) di una società di assicurazione, conosce l’andamento delle morti e della loro probabilità? Del resto lui ci lavora con le statistiche relative alla mortalità, sono alla base del suo lavoro.

Il CEO di OneAmerica, società di assicurazione vita e servizi finanziari con sede a Indianapolis, ha visto un aumento della mortalità nella classe dei lavoratori fra i 18 e i 64 anni, quindi le persone attive, del 40% durante il 2021.  “Stiamo assistendo, in questo momento, ai più alti tassi di mortalità che abbiamo visto nella storia di questo business, non solo in OneAmerica“, ha affermato Scott Davison, capo della compagnia assicurativa da 100 miliardi di dollari che è operativa dal 1877 e conta circa 2.400 dipendenti .

L’aumento rappresenta “numeri enormi, enormi“, tra “principalmente persone in età lavorativa” che hanno piani di vita di gruppo sponsorizzati dal datore di lavoro attraverso OneAmerica, secondo The Center Square.

E quello che abbiamo visto solo nel terzo trimestre, lo stiamo vedendo continuare nel quarto trimestre, è che i tassi di mortalità sono aumentati del 40% rispetto a quelli che erano prima della pandemia”, ha detto Davison durante una conferenza stampa online la scorsa settimana. “Solo per darvi un’idea di quanto sia grave, una catastrofe da tre sigma o da un caso ogni  200 anni sarebbe un aumento del 10% rispetto a prima della pandemia“. “Quindi il 40% è semplicemente una eventualità sconosciuta“, ha aggiunto.

Secondo Davison, la maggior parte dei decessi archiviati NON sono classificati come dovuti a Covid-19.

Ciò che i dati ci mostrano è che le morti che vengono segnalate come morti per COVID sottostimano notevolmente le effettive perdite di morte tra le persone in età lavorativa dovute alla pandemia. Potrebbe non essere tutto COVID sul loro certificato di morte, ma i decessi sono appena aumentati. numeri enormi, enormi“, ha detto, aggiungendo che la società ha visto un “aumento” delle richieste di indennizzo per invalidità, inizialmente a breve termine e ora a lungo termine.

Per OneAmerica, prevediamo che i costi di questo saranno ben oltre $ 100 milioni, e questa è la nostra attività più piccola. tutto questa  sta avendo un enorme impatto sulla nostra società“, ha affermato, aggiungendo che i costi saranno trasferiti ai datori di lavoro che acquistano le polizze vita collettive.

Nella stessa conferenza stampa in cui ha parlato Davison, Brian Tabor, presidente dell’Indiana Hospital Association, ha affermato che gli ospedali di tutto lo stato sono inondati di pazienti “con molte malattie diverse“, dicendo “sfortunatamente, la salute media degli Hoosiers (i residenti dello stato dell’Indiana) è diminuita durante la pandemia».

Il numero di quelli ricoverati in Indiana è ora più alto rispetto a prima che il vaccino contro il Covid-19 fosse introdotto un anno fa, ed è in effetti più alto che in qualsiasi momento negli ultimi cinque anni, secondo il dottor Lindsay Weaver, chief medical officer dell’Indiana.

In teoria gli scienziati dovrebbero determinare le cause di questi eccessi di mortalità, ma per ora  solo gli assicuratori, che pagano il problema cash, se ne sono accorti. 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal