attualita' posted by

Momento “Lehman” per la Cina? Evergrande vicina al default

 

Evergrande, colosso immobiliare cinese da 300 miliardi di dollari di debiti, ha avvertito che potrebbe essere inadempiente sui prestiti se il suo sforzo totale per aumentare la liquidità  disponibile fallisse, mettendo nei guai  gli investitori immobiliari di mezzo mondo. 

“Il gruppo ha rischi di insolvenza sui prestiti e casi di contenzioso al di fuori del normale corso degli affari”, ha detto martedì la società con sede a Shenzhen in una dichiarazione sugli utili. “Si consiglia agli azionisti e ai potenziali investitori di prestare attenzione quando si negoziano i titoli del gruppo”.

Come riportato in precedenza, la società a corto di liquidità ha affermato che stava esplorando la vendita di partecipazioni nelle sue unità quotate di veicoli elettrici e servizi immobiliari, nonché in altre attività, mentre cercava di attirare nuovi investitori e rinnovare i prestiti. Purtroppo i  forti sconti concessi per vendere rapidamente gli appartamenti in perdita – lo sviluppatore prevede di vendere il suo quartier generale della torre di uffici di Hong Kong a Yuexiu Property Co. per soli 10,5 miliardi di HK$ (1,3 miliardi di dollari), un terzo in meno dei 15,6 miliardi di HK$ di valutazione – hanno ridotto l’utile netto  del 29% a 10,5 miliardi di yuan (1,6 miliardi di dollari) nella prima metà dell’anno, in linea con un precedente profit warning.

La società sta avendo grosse difficoltà nel trovare nuove risorse finanziarie e ha cercato in modo disperato di ridurre le emissioni di titoli, ma il risultato non è stata la riduzione del debito complessivo, bensì il suo spostamento dai titoli di debito ai fornitori d pagare. Una mossa che spesso prelude alla crisi della propria attività d’impresa. In questo caso questo incremento delle esposizioni ai fornitori è stato pari a 1970 miliardi di yuan.

Con banche, fornitori e acquirenti immobiliari esposti al colosso immobiliare, qualsiasi collasso potrebbe far innervosire l’economia cinese, sollevando dubbi sul fatto che questa sia salvabile con l’intervento statale. I regolatori hanno esortato Evergrande a risolvere i suoi problemi di debito in un raro rimprovero pubblico all’inizio di questo mese. Il problema – come sta diventando ovvio – è che Evergrande non sarà in grado di risolvere i suoi “problemi del debito” senza un fallimento o un salvataggio dello stato. Quindi il problema è: il governo di Pechino interverrà per salvare la società?

Lo stato è intervenuto recentemente per salvare colossi finanziari come Huarong, ma non sembra intenzionato a mettere dei soldi nel settore immobiliare che viene giudicato in bolla e nell necessità di una ristrutturazione. Quindi l’intervento pubblico è visto come poco probabile , con il rischio quindi di un crack dalle dimensioni epiche.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal