attualita' posted by

Lotti a giudizio, Boschi ed inchiesta Condotte. SI spazzano i resti del renzismo

 

 

 

Il fato vuole che nello stesso giorno si accumulano due notizie che mostrano la fine degli ultimi pezzi dell’impero renziano.

Iniziamo con l’ex ministro dello sport Lotti: insieme ad altri imputati fra cui generali dei Carabinieri,  stato rinviato a giudizio

Il filone è quello CONSIP , nel quale l’accusa è di aver avvisato l’amministratore della società pubblica delle indagini che i Carabinieri stavano compiendo a suo carico, Un reato non proprio secondario, che mostra possibili collusione e che ha coinvolto diversi personaggi molto importanti come l’ex comandante dell’Arma Tullio Sette.

Però il sabato renziano non si ferma qui: su L’espresso esce un articolo sulla crisi del colosso “Condotte SPA”. La società è anche affossata da enormi crediti verso lo stato, per circa 2 miliardi, a causa dei cantieri aperti che spaziano dal Brennero, alla TAV , al MOSE. La sua funzione è tale per cui, dopo il concordato, sta intervenendo il MISE per organizzare un salvataggio. Ora , secondo l’Espresso, sono emrsi succosi contratti per il fratello dell’ex ministro Maria Elena Boschi, Pier Francesco Boschi, con la controllata INSE, e dell’amministratore della Fondazione Open Alberto Bianchi con la controllata Nodavia.

Il contratto per Pier Francesco Boschi è stato attentamente esaminato dal Collegio Sindacale che ha chiesto anche un’expertise legale. La firma è stata apposta il 31 maggio, ultimo giorno della Boschi sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio. La Inse pagava vista fattura 150 mila euro, non pochi per una società già in crisi gravissima. La cifra di 150 mila euro è amata da Pier Francesco Boschi che aveva un contratto simile con la CMC di Ravenna, altra società che ora è in default, non paga gli stipendi da novembre e non ha pagato gli interessi sui prestiti obbligazionari.

Ora capite perchè la MEB ce l’ha così tanto con le carriole del papà di Di Maio………

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi