attualita' posted by

L’ISTAT DICE CHE IL PIL STA CRESCENDO: PER VOI CAMBIA QUALCOSA?

 

 

 

Cari Amici,

di solito mi appassiono sui dati statistici che trovate in abbondanza nei miei pezzi. Però questa volta non riesco proprio ad esaltarmi per i dati relativi al PIL:

Un primo motivo potrebbe essere puramente tecnico e legato all’inefficienza del sito ISTAT, che rende difficoltosa, anzi a me impossibile, la visione dei grafici, ma questo è un mio problema. La crescita dello 0,5% trimestrale (1,8% su base annua, 1,5% acquisito) sembra , per il metro italiano enorme, anche se comunque siamo penultimi in Europa davanti solo al Belgio.

Eppure questo dato è inutile, perfettamente inutile, anzi falsa la realtà sotto diversi punti di vista.

Cresce il PIL, peggiora la condizione sociale. 

Inizio con un tema non prettamente matematico: il Pil aumenta, benissimo, e come va la situazione sociale in Italia? Vi propongo un titolo del Corriere del Mezzogiorno:

quando più un bambino su quattro (27,4%) è in povertà relativa, quando l’abbandono scolastico è al 18,1% abbiamo di che gioire per questa crescita del PIL?

E quando ci si cura meno per motivi economici, abbiamo di che gioire?

Il numero di persone che non si cura per motivi economici è passato dal 8 al 12%. Abbiamo di che gioire.

Cresce il PIL, le remunerazioni no…

Cresce il PIL  evviva, ma il PIL pro capite è ancora a livelli molto più bassi rispetto a 10 anni fa.

Cresce il PIL, evviva, ma le paghe non crescono, o lo fanno in modo asfittico:

Cresce il PIL, ma le paghe degli ultimi sono decrescenti, aumentando il divario sociale. Però il PIL cresce…

Cresce il PIL, sia Lode all’Altissimo, ma le famiglie risparmiano sempre meno:

Però cresce il PIL, per cui accendete fuochi votivi al Governo illuminato ed al suo grande Leader (meno al ministro dello Sport, dato che non andiamo ai mondiali).

 

Cresce il PIL, ma è vera crescita?

Passiamo alle perplessità tecniche, che non sono poche e possono essere riassunte in due punti:

a) Ad ottobre abbiamo un calo dell’Indice Nazionale dei prezzi dello o,2%, con un ribasso dell’inflazione su base annua dal 1,1% al 1%. Vi è stato un calo molto significativo proprio dell’indice dei prezzi nel settore servizi, da +1,3% al 0,7%, ed i servizi sono quelli in cui si si aspetta una maggiore occupazione. Comunque questa “Fantastica” crescita avviane senza creazione di inflazione, ANZI, in che, considerando che il QE è ancora in corso e che la moneta è sovrabbondante, vuol dire o che la Curva di Phillip è sballata oppure…

b) Questa crescita non cambierà l’ottica restrittiva sulla finanza italiana che vige in Europa e nell’Eurogruppo. Prendiamo ad esempio Il Fatto Quotidiano di oggi:

Perchè Katainen dice che gli Italiani dovrebbero sapere qual è la vera situazione economica dell’Italia? Perchè Padoan e l’Istat non ci dicono la verità?

 

 

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog