attualita' posted by

L’ex presidente georgiano Saakashvili torna a casa e si fa arrestare..

 

L’ex presidente della Repubblica della  Georgia Mikheil Saakashvili ha fatto un annuncio a sorpresa all’inizio di questa settimana, confermando di essere tornato in Georgia dopo otto anni di esilio, durante i quali ha vissuto principalmente in Ucraina ed era ancora politicamente attivo, arrivando persino alla ribalta in ucraino politica.

Venerdì il governo della Georgia ha emesso l’annuncio “shock” secondo cui le autorità hanno arrestato Saakashvili, anche se forse del tutto prevedibile data la condanna in contumacia dell’ex presidente del 2018 derivante da accuse di abuso d’ufficio. “Voglio informare il pubblico che il terzo presidente della Georgia, Mikheil Saakashvili, è stato arrestato. È stato trasferito in un istituto penitenziario”, ha informato il primo ministro Irakli Garibashvili in una conferenza stampa venerdì.

 

Nella precedente condanna era stato condannato a una pena detentiva di sei anni e recentemente era stato avvertito che il suo ritorno nel suo paese d’origine avrebbe comportato l’arresto. È interessante notare che all’epoca il tentativo di arrestarlo era stato orchestrato da Putin e da politici filorussi.

Spesso descritto come un “esuberante riformatore filo-occidentale” che ha concluso il suo secondo mandato come presidente nel 2013, ha supervisionato la disastrosa guerra russo-georgiana dell’agosto 2008, che molti osservatori ancora attribuiscono ai suoi errori e all’illusione di un appoggio militare occidentale. Durante il suo esilio in Ucraina, aveva effettivamente servito per un breve periodo come governatore di Odessa, prima che la sua doppia cittadinanza fosse revocata. Il suo ritorno a casa sembra essere un colpo comunicativo, proprio alla vigilia delle elezioni locali, contro il governo attuale , che Saakashvili ha denunciato come un “governo usurpatore”.

Secondo l’AFP, il suo stesso arresto rischia di portare a sollevazioni politiche, portando potenzialmente a scontri nelle strade fra gruppi politici rivali.

In un video pubblicato sui social media venerdì sera, Saakashvili ha affermato di essere a Tbilisi e credeva di essere sul punto di essere arrestato, invitando i sostenitori del suo Movimento nazionale unito a mobilitarsi per le elezioni di sabato.

“Andate alle urne, votate e (domenica) festeggeremo tutti insieme la nostra vittoria”, ha detto. “Io non ho paura di niente e anche tu non dovresti aver paura.”

In un precedente videomessaggio, Saakashvili ha affermato di essere nella città occidentale di Batumi e di aver rischiato “la vita e la libertà” per tornare in Georgia dall’Ucraina.

Un video dei media locali che cattura il momento del suo arresto ha mostrato un ex presidente sorridente e provocatorio mentre veniva condotto all’istituto penitenziario di Rustavi.

Un esperto della politica della regione,  citato su Al Jazeera. ha giustamente descritto che “Ora sembra che abbia messo tutte le sue carte in tavola e speri che in qualche modo questo ritorno avrà un impatto sulla politica georgiana, che è molto irritabile al momento”.

Nel frattempo il presidente georgiano Salome Zourabishvili ha dichiarato di non avere intenzione di concedere la grazia a Saakashvili. Quindi, a meno di un cambiamento sconvolgente di massa nella politica georgiana, è probabile che resterà in prigione per un po’.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal