attualita' posted by

“L’Europa deve prepararsi a una interruzione completa del gas russo”: parola di Agenzia Internazionale per l’Energia

 

L’Europa dovrebbe prepararsi a una sospensione completa delle forniture di gas naturale russo, ha dichiarato in un’intervista al Financial Times il capo dell’Agenzia Internazionale dell’Energia.

“L’Europa dovrebbe essere pronta nel caso in cui il gas russo venga completamente interrotto”, ha dichiarato Fatin Birol al FT. “Più ci avviciniamo all’inverno, più capiamo le intenzioni della Russia”, ha aggiunto. “Credo che i tagli siano mirati a evitare che l’Europa riempia gli stoccaggi e ad aumentare il potere della Russia nei mesi invernali”.

Per contrastare gli effetti peggiori di un simile scenario, Birol ha consigliato ai governi europei di mantenere in funzione le centrali nucleari e di adottare anche altre misure di emergenza. Queste altre misure di emergenza sembrano concentrarsi sulla domanda.

“Credo che con l’avvicinarsi dell’inverno i governi europei adotteranno misure sempre più profonde in materia di domanda”, ha dichiarato Birol al FT, aggiungendo che il razionamento del gas è una possibilità concreta in caso di ulteriori tagli alle forniture di gas russo.

Negli ultimi tre mesi, la Russia ha interrotto le forniture a diversi Paesi europei che si sono rifiutati di pagare il gas in rubli. Ha inoltre ridotto in modo sostanziale il flusso lungo il Nord Stream, interrompendo di fatto le forniture alla Francia e riducendo i flussi verso la Germania di circa il 60%.

Gazprom e il suo fornitore di servizi di manutenzione delle apparecchiature Siemens Energy hanno attribuito la colpa della riduzione a un ritardo nella consegna delle turbine dovuto alle nuove sanzioni canadesi contro Mosca. La Germania ha incolpato Gazprom.

L’economia più grande dell’Unione Europea rischia una certa recessione nel caso in cui i flussi di gas russo dovessero interrompersi completamente, ha avvertito questa settimana un ente industriale. La BDI ha tagliato le sue previsioni di crescita per la Germania all’1,5% dal 3,5% per quest’anno e ha affermato che se la Russia interrompe il gas, l’economia scivolerà inevitabilmente in una recessione.

Nel frattempo, per compensare la perdita di fornitura di gas, Germania, Austria e Paesi Bassi stanno riavviando le centrali elettriche a carbone. Birol dell’AIE ha difeso la mossa nella sua intervista al FT, affermando che il riavvio è temporaneo e che qualunque sia l’aumento delle emissioni, sarà compensato dalla futura capacità di energia rinnovabile.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal