attualita' posted by

L’Euro? Non è riuscito a sviluppare neppure il commercio nell’area.

 

 

Una delle principali ragioni che hanno portato alla creazione dell’euro, almeno nei confronti del pubblico, sarebbe stato l’incremento di interscambio, e quindi la conseguente crescita di ricchezza fra i vari paesi. Perfino Mundell aveva previsto che questo ne sarebbe stato il principale beneficio. e fino ai primi anni 2000 si era supposto questo elemento.

Peccato che ricerche più recenti vengano a negare questo fatto in modo preciso: non c’è stato nessun aumento significativo dell’interscambio fra i paesi dell’area euro dopo l’introduzione della moneta unica. Tutto questo è scritto, nero su bianco, in questo paper di Glick e Rose della Federal Reserve, successivamente condensato in  un articolo di divulgazione il cui contenuto principale può essere condensato in questa frase:

“So what Mundell considered the main
benefit of a currency union does not
appear to have been realised for the euro,
at least not for the euro-12″

Quello che Mundell considerava il principale 

beneficio di un’unione monetaria non

sembra essersi realizzato per l’euro

per lo meno non per l’euro a 12″

Una possibilità di crescita viene lasciata per i nuovi entrati (l’euro attuale è a 15) , ma l’integrazione commerciale europea NON è stata ottenuta dall’euro, ma, in precedenza, con le unioni doganali e di mercato. L’euro in questo è stato un elemento ininfluente.

Quindi a cosa è servito l’euro? Come direbbe Ashoka Modi ad imporre la “Frugalità”, ma frugalità è conseguenza di una povertà forzata, non figlia della ricchezza. Senza pensare che noi non ammiriamo, de nostro passato, i risultati della frugalità, ma della grandiosità. Il Colosseo, il Duomo di Milano, non sono figli della frugalità ma di una visione ricca ed ambiziosa.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog