attualita' posted by

L’epidemia covid nei giovani? Per il CDC è legata all’obesità

Spesso si parla di Covid nei giovani, nei bambini. Dato che questo è il tema del giorno, affrontiamolo anche qui, basandoci sui dati di quei pesi che, con maggiore generosità, li mettono a disposizione: gli USA.

Circa 600 americani di età inferiore ai 18 anni sono morti di COVID-19 durante la pandemia. Un nuovo studio dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha esaminato più da vicino i giovani che sono stati ricoverati in ospedale per COVID-19 da luglio ad agosto, mentre l’ondata della variante Delta stava imperversando,  e  ha scoperto che normalmente i  giovani sani continuano a eludere il peggio di COVID-19.

Lo studio ha rilevato che la maggior parte dei giovani che soffrono di gravi esiti di COVID-19 aveva condizioni di salute non buone fra cui la più comune, soprattutto per gli adolescenti, era l’obesità.

“Tra i pazienti di età compresa tra 12 e 17 anni, il 61,4% soffriva di  l’obesità”, secondo lo studio, “il 60,5% dei quali aveva un’obesità grave”.

Lo studio ha esaminato sei ospedali degli Stati Uniti, tutti nel sud, e ha valutato 915 casi di COVID-19 in adolescenti che hanno richiesto il ricovero in ospedale. La stragrande maggioranza è stata ricoverata in ospedale per COVID-19, sebbene alcuni abbiano avuto anche altre infezioni. Dei 713 pazienti che sono stati  ricoverati in ospedale per COVID-19, due terzi avevano almeno un problema di salute di base. Per la coorte di adolescenti – pazienti di almeno 12 anni di età – il tasso di obesità era del 61,4%. Il tasso di obesità grave era del 60,5%. Solo uno dei pazienti idonei era stato vaccinato e 11 pazienti sono morti.

Ciò significa, ovviamente, che il COVID-19 può essere una malattia mortale, anche per i giovani, ma lo stato del vaccino e la salute generale sono variabili estremamente importanti. Rimane il fatto che i bambini sani che non hanno condizioni di salute di base, in particolare l’obesità, sono nel complesso al sicuro dagli esiti negativi sulla salute del COVID-19.

“Rispetto ai pazienti senza obesità, quelli con obesità hanno richiesto livelli più elevati e una maggiore durata delle cure”, hanno scritto gli autori dello studio.

“Questi risultati sono coerenti con i rapporti precedenti e sottolineano l’importanza dell’obesità e di altre condizioni mediche come fattori di rischio per il COVID-19 grave nei bambini e negli adolescenti”.

Uno dei modi migliori per proteggersi dall’obesità è incoraggiare un’alimentazione sana e stili di vita attivi tra la popolazione giovanile. L’esercizio fisico non è una panacea, ma i bambini che praticano sport o praticano attività fisica hanno meno probabilità di diventare obesi. I bambini fisicamente attivi tendono ad avere diete migliori di quelli che stanno in casa tutto il giorno, incollati allo schermo, magari perché è più facile regalare l’ultima X Box che preparare una sana cena per i figli. Come è più facile fare una puntura piuttosto che insegnare uno stile di vita sano…

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal