attualita' posted by

Lancet: la carica virale e la capacità di infettare è simile fra vaccinati e no

 

 

Un nuovo studio, pubblicato giovedì su Lancet, la rivista medica britannica viene a mostrare che le cariche virali dei pazienti infetti da Covid sia vaccinati sia non vaccinati  sono “ampiamente simili”.

Lo studio ha coinvolto 621 persone nel Regno Unito con infezioni da COVID lievi, identificate tramite il sistema di tracciamento dei contatti del Regno Unito. Ecco il sistema di tracciamento britannico

 

I dati hanno mostrato che lo stato di vaccinazione non fa molta differenza nella capacità di trasmettere il COVID ad altri.

Circa il 25% dei membri di famiglia vaccinati è successivamente risultato positivo al virus dopo uno stretto contatto con un altro membro della famiglia con un caso confermato di COVID. Questo è confrontato con il 38% di infezione per le persone che non sono state vaccinate.

Questi dati mostrano che la variante delta ha una “maggiore capacità di violare le difese del vaccino rispetto ai predecessori. Ecco il link alla ricerca.

“I nostri risultati mostrano che la vaccinazione da sola non è sufficiente per impedire alle persone di essere infettate dalla variante Delta e di diffonderla negli ambienti domestici”, ha affermato il professor Ajit Lalvani dell’Imperial College di Londra, co-leader dello studio.

L’autore dello studio ha affermato che i tassi di trasmissione inferiori tra i pazienti vaccinati sono solo un altro motivo per ottenere il vaccino, sebbene non particolarmente convincente.

“La trasmissione in corso a cui stiamo assistendo tra le persone vaccinate rende essenziale che le persone non vaccinate vengano vaccinate per proteggersi dall’acquisizione di infezioni e gravi Covid-19, soprattutto perché più persone trascorreranno del tempo all’interno nelle immediate vicinanze durante i mesi invernali”.

Lo studio sottolinea anche l’importanza dei soggetti vulnerabili per ottenere iniezioni di richiamo, poiché mostra anche che l’immunità vaccinale diminuisce con il tempo.

“Abbiamo scoperto che la suscettibilità all’infezione è aumentata già entro pochi mesi dalla seconda dose di vaccino, quindi coloro che hanno diritto ai richiami di Covid-19 dovrebbero riceverli prontamente”, ha detto il professore.

A seguito di una sintesi dei suoi risultati, il Lancet ha scritto l'”interpretazione” dello studio: “La vaccinazione riduce il rischio di infezione da variante delta e accelera la clearance virale. Tuttavia, gli individui completamente vaccinati con infezioni hanno una carica virale di picco simile ai casi non vaccinati e possono trasmettere efficacemente l’infezione in ambienti domestici, compresi i contatti completamente vaccinati. Le interazioni ospite-virus nelle prime fasi dell’infezione possono modellare l’intera traiettoria virale.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal