attualita' posted by

LA VIA VERDE DI TRIA E’ COSTELLATA DI TASSE… Quando l’ecologismo di maniera di svuota le tasche

 

La crisi di governo ha avuto un lato positivo: quello di rinviare almeno di qualche settimana la “Via Verde ed Ecologista” che Tria stava preparando nella finanziaria, una strada tappezzata dall’unica cosa che un ministro, ahimè, dalla mentalità europeista sembra essere in grado di applicare e suggerire: LE TASSE.

Come riporta Italia Oggi il Ministero dell’Economia e Finanza aveva allo studio, ed in via di realizzazione, un bel po’ di imposte che avrebbero guidato il percorso “Verde” dell’Italia. Nell’ordine:

  • un’imposta aggiuntiva sui biglietti aerei parametrata alla tratta,  di 8 euro in più per quelle nazionali, 25 euro fino a 6.000 km e 45 euro oltre i 6.000 km. Tra l’altro l’imposta andrebbe in senso contrario a quella che vuole applicare la Germania e che cerca di spingere le persone ad utilizzare il più ecologico treno, concentrandosi quindi sulle tratte nazionali. Quindi si tratta solo di un modo per fare cassa ammantandolo di ecologismo;
  • un superbollo per le auto più vecchie, sino ad euro 3, mossa ovviamente anti-sociale perchè se una persona ha un’auto euro 3 è perchè non può permettersi un’auto nuova. Quindi penalizziamo un povero facendogli pagare più tasse;
  • l’applicazione dell’aliquota IVA ordinaria ai prodotti alimentari avvolti in plastica, al posto delle aliquote agevolate al 4% o al 12%. Questo porterebbe all’aumento forzoso di molti prodotti alimentari di base. Ad esempio il pane il provincia di Napoli è venduto confezionato per una norma locale, quindi passerebbe dal 4% al 22% in modo automatico. Inoltre molti prodotti della GDO, anche piccola, venduti libero servizio confezionati passeranno al 22%.

In realtà sempre più spesso l’ecologismo sembra solo una scusa per far pagare, con una scusa moralistica, più tasse al consumatore.Del resto Tria è l’amante della tassazione indiretta e come riuscire a farla accettare se non dandole un’apparenza di moralità. Insomma, siamo di fronte al solito schifo.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi