attualita' posted by

LA QUARANTENA SARA’ SUFFICIENTE? Cosa dovremo fare dopo?

Quello che scriverò è figlio di una discussione molto interessante fatta fra gli autori di SE, tra cui alcune vecchie conoscenze, sul grado di diffusione del Virus a seconda del diverso grado di isolamento che viene imposto. Dal confronto con i dati uno dei migliori fra noi ha prodotto questa tabella,  puramente empirica, basata sui dati di diverse situazione di isolamento in diversi luoghi.

Più stretto è l’isolamento, minori sono i contagi. La fase attuale dell’Italia è la dal 3 al 4 se non al 5 , dove le fasi 4 e 5 non sono imposte dalla legge, ma auto-imposte, con molte aziende non essenziali che chiudono di propria spontanea volontà per facilitare la riconversione o l’imposizione di nuovi standard di sicurezza oppure perchè, semplicemente, non c’è domanda.

Quindi l’isolamento funziona, ma ha due problemi:

  • non può essere interrotto, o meglio non può essere interrotto in modo completo, perchè in questo caso la diffusione tornerebbe alla fase 1;
  • non può esservi poi un’apertura verso l’estero, perchè, in questo caso, avremmo ancora un’epidemia di ritorno.

Quindi, fino a quando non vi sarà una terapia consolidata o efficace, oppure non vi sarò un vaccino, saranno necessarie misure  straordinarie, sia per quanto riguarda il distanziamento e l’isolamento, sia per quanto riguarda l’interruzione dei flussi turistici. Quindi  sperare che fra 15 giorni tutto torni normale è piuttosto vacuo. Sicuramente ci saranno dei passi avanti, anche per l’introduzione dei test rapidi e di migliori protocolli terapeutici, ma ci vorrà tempo prima di poter parlare di superamento della crisi e di ripresa della vita normale e dei flussi turistici. Per questi ultimi l’anno è giocato ed anche il settore ristorazione-divertimenti. Sarà un lungo anno, a meno che, ora, non si investa seriamente nella cura e nei vaccini.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed