attualita' posted by

“La Germania vuole affossare l’Italia per impossessarsi dei suoi attivi, espropriando le nostre preziose case per far svernare i propri vecchi”. Affermazione forte, che viene provata dalla nostra RAI-TV Statale?

Dunque, quanto citato nel titolo è stato preconizzato su questo sito anche in passato. Tutto parte dal presupposto che la Germania non sia diffusamente ricca, meglio dire che le sue elites sono ricchissime per cui la ricchezza media è parimenti alta ma resta concentratissima nelle mani di pochi, le elites che decidono, come si può rilevare dalla tabella sotto elaborata nelle more in un altro intervento su SE dell’ano scorso* (nella tabella che segue, le elites si ipotizza seguano la ricchezza e sono dunque rappresentate dagli UHNW – Ultra High Net Worth e billionaries/miliardari).

WEALTRH-EU-FINAL

Ossia, medianamente i tedeschi non vanno così bene**. Diciamo anche base tale dato di fatto, che se il benessere oltre Gottardo dovesse salire in futuro anche i prezzi ed il costo della vita salirebbero e dunque molti dei tedeschi non elitari – la classe medio-bassa, quella che lavora 36 ore alla settimana, legge la Bild e vive per l’agognata vacanza per intenderci – sarebbero, zac, fregati! Non lo dico io, lo dicono i vari think tanks tedeschi come DIW secondo cui i figli dei mini jobs germanici, quei lavori mal pagati per gente normalmente senza titoli specifici, vivranno una vita da poveracci quando andranno in pensione a causa di trattamenti pensionistici insufficienti in un paese che si arricchisce sempre più (alle spalle dei partners europei, ndr).

Per chi non credesse alle mie affermazioni cito la recensione del libro “L’illusione Tedesca” del capo della DIW [testo citato in **], Marcel Fratzscher, ossia il capo della stessa istituzione che proponeva una patrimoniale per l’Italia per intenderci, patrimoniale per tenerci nell’euro. Si noti che nell’approvazione della nota compare anche il ministro tedesco attuale Sigmar Gabriel (per chi pensa ancora che la Germania ci voglia bene, …) [tradotto dal tedesco all’inglese, vedere per maggiore precisione la versione tedesca, per tutte le fonti citate: https://www.hanser-literaturverlage.de/buch/die-deutschland-illusion/978-3-446-44034-0/]

FireShot Screen Capture #277 - 'The Germany-illusion - Books - Hanser literature publishers' - www_hanser-literaturverlage_de_buch_die-deutschland-illusion_978-3-446-44034-E se proprio si volesse approfondire sul fatto che la Germania necessita dell’Europa e NON viceversa, ecco qui un’altra recensione (http://www.theeuropean.de/daniel-dettling/9050-marcel-fratzschers-buch-die-deutschland-illusion), che cita precisamente come la distribuzione tedesca di ricchezza non sia buona e la soluzione a tale problema passa per “la prosperità”, ossia appunto affanare gli altri paesi europei per garantire il futuro alle proprie genti tedesche:

FireShot Screen Capture #278 - 'Marcel Fratzschers book _The Germany-illusion_ - The European' - www_theeuropean_de_daniel-dettling_9050-marcel-fratzschers-buch-die-deutschland-illusi

Dunque lato tedesco urge una soluzione! E tale soluzione passa ad esempio per l’esproprio delle case in paesi a basto costo, ad esempio delle case italiane, caso speciale e prediletto tra i paesi periferici in crisi in quanto luogo apprezzato dai “nostri amici del nord” e soprattutto a poche ore d’auto, unico caso tra i paesi mediterranei europei (per andare in Spagna, Portogallo o Grecia ci vuole necessariamente l’aereo).

Or dunque, la tesi: impossessarsi lato tedesco delle case degli italiane, espropriandole a termine (soprattutto quelle in posti bellini…). E per fare questo bisogna prima mandare in fallimento lo Stato e le famiglie al seguito con tasse altissime soprattutto sulla casa, famiglie che saranno costrette a cedere le ipoteche alle banche (o magari la nuda proprietà, come da leggi recenti del Governo Renzi), che le passeranno via mercato del credito – o semplicemente con acquisizione a termine degli istituti italiani che le detengono da parte delle banche del nord – a detentori stranieri che ne prenderanno possesso. E per fare questo, ricordiamolo sempre, bisogna necessariamente tenere l’Italia nella morsa dell’euro, costringendola a tasse tra le più alte d’Europa, un po’ il destino della Grecia, lo vedrete fra qualche mese in tutta la sua drammaticità.

Voi direte, questa tesi è fantasmagorica. Si, magari, ma purtroppo spiega molte ed anzi troppe cose che stanno accadendo, le tasse altissime, l’inutile ed anzi dannosa austerità imposta dalla Germania, la volontà di far fare crack alle famiglie, l’interesse a far crollare gli istituti di credito nostrani, le recenti leggi per cedere la nuda proprietà delle case degli anziani per sopravvivere negli anni d’argento…. Ed anzi, ricordate che le pensioni italiane saranno sempre più basse e dunque gli anziani dovranno necessariamente spogliarsi dei propri averi in futuro, semplicemente per mangiare. Ossia prima di tutto dei loro assets reali per eccellenza, leggasi delle preziose case situate in un paese bellissimo e con un clima gradevole al contrario del cielo grigio d’oltre Gottardo. In questa maniera le ricche elites tedesche potranno continuare ad arricchirsi alle spalle dell’Europa, certi che le famiglie dei loro sottoposti germanici non si ribelleranno visto che avranno anche loro una parte del ritorno, le vacanze e gli anni d’argento in un posto al sole.

Fin qui la teoria, ora la pratica.

Come sapete in Italia c’è come lingua ufficiale l’Italiano. Poi, volendo, ci sono altre lingue semi ufficiali o anche territoriali, il tedesco in Alto Adige, il francese in Val d’Aosta, lo sloveno in Friuli, il ladino in alcune valle del Trentino-Alto Adige e se vogliamo anche l’albanese in certe zone del sud.

Oggi alla casa viene associata la bolletta elettrica su cui si paga il canone TV. Dunque, l’associazione casa-canone TV. Ora, incredibilmente, sul sito della RAI, la nostra TV di Stato, www.canone.rai.it ci sono le istruzioni per il pagamento del canone in bolletta inclusi i moduli per le esenzioni in italiano e – nota bene – in TEDESCO!
Solo in tedesco, mica anche in francese ad esempio o ladino…

FireShot Screen Capture #274 - 'Canone Rai - Pagamento Canone Rai' - www_canone_rai_i

O siamo di fronte ad un servilismo italiano verso i predoni tedeschi che non faccio fatica a definire patologico o il piano sopra citato basato sul mandare sul lastrico Italia e famiglie italiane al seguito per impossessarsi degli loro asset è reale! Perché mai la RAI, ente di Stato italiano, traduce i documenti SOLO in tedesco?

Purtroppo o per fortuna mio bisnonno fu Cavaliere di Vittorio Veneto, combattendo i parlatori tedeschi tra i ragazzi del ’99. Evidentemente è il fato che anche i nipoti debbano combattere contro lo stesso nemico, in forme diverse ma sempre di scontro si tratta.

Oggi ci vogliono portare via tutte le nostre ricchezze, renderci poveri, servi, come regolarmente fecero i predoni del nord, a partire dai Lanzichenecchi….

E’ un mio impegno mettere costantemente in evidenza tutte le storture di questa Europa interessata a far prosperare alcuni affondando i molti, fino all’epilogo.

Vedremo come andrà a finire

Mitt Dolcino

__________________

* https://scenarieconomici.it/lenorme-concentraione-ricchezza-tedesca-dirige-plasma-gli-indrizzi-delleu-vantaggio-proprio-paese-ed-scapito-dei-periferici-analisi-ricchezza-privata-in-eu/

**

https://scenarieconomici.it/germania-paese-strutturalmente-povero-per-mantenere-elevato-tenore-vita-delle-proprie-genti-delle-proprie-ricchissime-elites-depredare-i-propri-vicini-considerazione-later/

Secondo il Credit Suisse la ricchezza italiana delle famiglie è la terza al mondo: forse è per questo che il Belpaese è sotto assedio, se fosse povero non succederebbe?


1 Comment

  • […] La tesi di Mitt Dolcino non appare cosi’ peregrina in fondo: le élites tedesche mettono in crisi i periferici per permettere al proletariato tedesco di acquistare le nostre case a poco prezzo, quelle case che i lavoratori impoveriti non si possono permettere in Germania. La delocalizzazione dei pensionati in Grecia, Spagna o Italia non creerà neppure problemi di bilancio pubblico, visto che in Germania le pensioni sono esentasse. E la deflazione da noi in atto aumenterà il potere d’acquisto delle magre pensioni tedesche, rendendo infine sostenibile il sistema pensionistico alemanno nonostante mini-jobs e rendimenti nulli. Il tutto a spese dei cittadini del Sud Europa. […]

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog