attualita' posted by

La Cina può tollerare un’inflazione alla produzione del 30%?

Il governo cinese ha chiesto a produttori e amministratori cinesi di assicurarsi l’energia a qualsiasi costo, e questo rischia proprio di realizzarsi. In meno di due settimane, i futures del carbone cinese sono saliti di oltre il 16% a un massimo storico, superando i 1.500 yuan per tonnellata durante la notte, nonostante gli stop al mercato.

Il raddoppio dei prezzi del carbone nell’ultimo mese è una notizia terribile per Pechino, che è sottoposta a crescenti pressioni per tagliare i tassi o altrimenti allentare le condizioni finanziarie per contenere  il “disastro” legato a Evergrande, ma si trova ad avere a che fare con enormi aspettative di carattere inflazionistico.

Storicamente, i prezzi del carbone cinese è stato l’indicatore più corretto nel prevedere la PPI, l’inflazione alla produzione in Cina. Questo fa si che l’attuale inflazione alla produzione del 9,5% rischi di arrivare presto al 30% a causa proprio dei prezzi energetici. 

Inutile dire che se il PPI cinese raggiungesse il 30%, anche in assenza di un’inflazione al consumo a due cifre, sarebbe un enorme disastro: i margini di profitto crollerebbero, il crollo dei flussi di cassa già scarsi porterebbe ad ancora più default e catena di approvvigionamento colli di bottiglia, anche se la corsa per ottenere merci “a qualsiasi prezzo” continua a spingere i costi – e il PPI – ancora più in alto. Nel frattempo, se i produttori cercano di trasferire parte dei costi e c’è da attendersi dei picchi nell”indice dei costi al consumo.

Ora con un’inflazione al consumo a due cifre, in presenza poi di una crisi del settore immobiliare legata al fallimento non solo di Evergrande, ma anche di altre grandi società del settore, può essere l’iniezione di tensioni sempre maggiori dal punto di vista sociale, qualcosa che Xi Jinping deve evitare a ogni costo. Come? Non è che la tensione crescente e le dichiarazioni infuocate verso Taiwan siano proprio generate dalla necessità di rivolgere all’esterno le tensioni interne? Un gioco sempre presente, ma molto, molto pericoloso.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal