attualita' posted by

La CINA lancia una purga storica dell’apparato statale

Da notizie riportate dal New York Times in Cina si starebbe preparando un vero e proprio repulisti di tutto l’apparato statale cinese con una profondità mai vista prima. Il pretesto sarebbe quello, già ascoltato, della l

Sebbene sia vero che il sistema politico cinese soffre di “corruzione endemica”, non è questa la vera ragione per cui il presidente Xi lo sta facendo adesso, contrariamente a quanto suggerito da alcuni media occidentali. Si tratta in realtà di una sorta di rivoluzione culturale che ha come finalità quella di liberarsi degli ultimi rimasugli del “Deep State” cinese, cioè dei potentati politici ed amministrativi che ancora si nascondono, o prosperano, nella giustizia o nell’apparato di sicurezza dello stato.

L’obiettivo finale della campagna è semplice: creare polizia, pubblici ministeri e giudici che siano “assolutamente fedeli, assolutamente puri e assolutamente affidabili”.

Durante i suoi 8 anni al potere, il presidente Xi ha proclamato un grosso impegno contro la corruzione, ma soprattutto a parole. Nei fatti i suoi sforzi hanno avuto più di un effetto ridistributivo: quelli che sono fedeli al sovrano possono arricchirsi con pochi limiti, ma quelli che gli si oppongono rischiano tutto al minimo errore.

Ora che Xi ha sperimentato in prima persona come eventi imprevisti possano scuotere anche il leader supremo autoritario del Partito Comunista Cinese, si sta rendendo conto che se intende raggiungere il suo obiettivo di governare almeno fino al 2035, avrà bisogno di più influenza sulla polizia e sull’apparato di sicurezza. In questo modo. quando andrà per un terzo mandato come leader del Partito Comunista nel 2022, nessuno alzerà un dito, ha detto Wu Qiang, un ricercatore di politica cinese ed ex docente presso l’Università Tsinghua di Pechino. Insomma perfino nella Cina del “Presidente a vita” bisogna fare dei repulisti ed il più saldo dei poteri può, alla fine, essere meno saldo di quanto si pensi.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed