attualita' posted by

La Cina avrebbe talmente tanti dati da fare un dossier per ogni cittadino americano

Un ex funzionario della sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha avvertito che il Partito Comunista Cinese (PCC)  ha accumulato talmente tanti  dati da  poter  compilare un “dossier” su ogni adulto americano e potrebbe usare mezzi coercitivi per influenzare privati ​​cittadini e leader politici.

 

Durante un’audizione della commissione per l’intelligence del Senato questa settimana, l’ex vice consigliere per la sicurezza nazionale di Trump Matthew Pottinger ha affermato che il PCC ha rubato i dati sensibili degli americani tramite metodi illeciti, inclusi il furto informatico e l’hacking.

“La raccolta di dossier sulle persone è sempre stata una caratteristica dei regimi leninisti, ma la penetrazione di Pechino delle reti digitali in tutto il mondo, incluso l’uso delle reti 5G… ha davvero portato questo a un nuovo livello”, ha detto Pottinger.

Con le informazioni che il PCC ha ottenuto, ha detto, “ora compila dossier su milioni di cittadini stranieri in tutto il mondo, usando il materiale che raccoglie per influenzare, prendere di mira, intimidire, premiare, ricattare, adulare, umiliare e, infine, dividere e conquistare.”

Facendo un ulteriore passo avanti, Pottinger ha lanciato l’allarme che “i dati sensibili rubati a Pechino sono sufficienti per costruire un dossier su ogni singolo adulto americano e anche su molti dei nostri bambini, e ciò costituisce un  gioco leale secondo le regole della guerra politica di Pechino”.

L’impegno del PCC nell’acquisire dati prosegue da diversi anni e questo risultato è il frutto di questi sforzi continuativi.

Il regime ha anche effettuato attacchi significativi contro entità private, incluso il presunto attacco informatico del mese scorso contro Microsoft, che gli Stati Uniti e i suoi alleati hanno attribuito al Ministero della sicurezza dello Stato cinese. Inoltre, quattro cittadini cinesi sono stati accusati dal Dipartimento di Giustizia di una serie di intrusioni informatiche separate che hanno preso di mira segreti aziendali e di ricerca.

Durante l’udienza, l’ex direttore del Centro nazionale di controspionaggio e sicurezza, William Evanina, ha affermato che il PCC sta usando un “approccio dell’intero paese” per “sfruttare, infiltrarsi, influenzare e rubare da ogni angolo del successo degli Stati Uniti”.

“Si stima che l’80% degli adulti americani abbia subito il furto di tutti i propri dati personali dal PCC e l’altro 20% la maggior parte dei propri dati personali”, ha affermato.

Inoltre, ha affermato che il regime cinese rappresenta una “minaccia esistenziale” per gli Stati Uniti e sta impiegando tattiche “complesse, perniciose, strategiche e aggressive” per raggiungere i propri obiettivi.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal