attualita' posted by

Il Web Marketing, quello serio, sbarca a Napoli

 

 

 

Il Web Marketing, quello serio, sbarca a Napoli

Intervista ad Alessio Paparo, Marketing Manager di Square Media Agency s.r.l.

Una mentalità globale con una prospettiva “napoletana”.

Nel nostro nucleo, siamo un team di pensatori e creatori.

<<Non siamo solo una società di produzione che esegue la vision di qualcun altro o che esegue le istruzioni dei propri clienti.

Sviluppiamo strategie approfondite radicate nel comportamento dei consumatori e nello spazio digitale. Trasformiamo queste intuizioni e strategie in vere e proprie esperienze con cui gli utenti interagiscono e attraverso cui creano coinvolgimento.>>. – Alessio Paparo, Marketing Manager di Square.

Square media agency nasce dall’idea di tre colleghi universitari alla Luiss Business School, oggi è un team di marketers, strategists, designer, analisti e social media managers tutto made in Naples, che condividono la passione per la creazione di esperienze digitali, prodotti e contenuti che rimodellano il legame tra le aziende e i loro consumatori.
Fondata nel 2015 come
agenzia di marketing con la convinzione che esperienze di consumo intuitive e coinvolgenti possano aiutare a far progredire le attività dei clienti, oggi Square si è evoluta in una delle principali web agency della Campania, con lo sguardo rivolto al mercato italiano.

Un’agenzia a tutto campo che offre servizi che vanno dall’analisi all’e-commerce development, dalle campagne Google Ads al Social Media marketing. Per maggiori informazioni vi rilascio al link del loro sito: https://squaremediaagency.it/

La personalizzazione guida l’intero processo di ideazione in Square. La loro forza principale sta nel loro processo incentrato sul cliente. Coinvolgere il cliente già dalle prime fasi di sviluppo della strategia e della creatività li aiuta a comprendere chiaramente gli obiettivi e i problemi del business dei loro clienti. Dopo un’analisi approfondita, escogitano idee e le eseguono.

Per migliorare l’efficienza e la qualità generale del lavoro, Square è cresciuta e ha sviluppato dipartimenti interni per semplificare sotto un unico tetto un processo di produzione multipiattaforma. Il prossimo reparto da sviluppare è la formazione a chi intende interfacciarsi con il marketing digitale.

Numeri, numeri ed ancora numeri

Cresciuta del 87% in chiusura del secondo anno di attività, 94% al terzo anno, ora ha chiuso il primo semestre del quarto anno di attività a +44%. Numeri sbalorditivi se si pensa ad una azienda che entra in un settore ricco di competitors, in un mercato, quello campano/napoletano già quasi saturo, e con lo sguardo rivolto alle aziende milanesi come benchmark di riferimento del settore.

Square è proprio questo, un’azienda al pari delle milanesi, cresciuta ed affermata nel napoletano, come dimostrazione che per avere successo nel marketing non devi per forza avere la sede operativa a Milano.

Come ci si arriva?

Alla nostra domanda Alessio Paparo risponde cosi: <<Make friends, not ads. Credo che troppo spesso nel marketing ci si soffermi troppo sulla creazione delle ads. Quale messaggio vogliamo lanciare? Come impostiamo la campagna? I contenuti? Copy? Io credo che l’advertising non debba essere un fine. L’obiettivo non deve essere quello di creare LA CAMPAGNA VINCENTE, ma deve essere quello di stringere e creare legami con gli utenti, ovvero un mezzo. Fatti un amico non un cliente!

Pensa di entrare in un negozio di abbigliamento, come vorresti che ti trattasse il commesso, come amico o come cliente? Vorresti un consiglio sincero su come ti sta un pantalone piuttosto che un altro, o preferisci che annuisca a tutte le tue domande, tanto basta che compri!
Se crei un legame con i tuoi clienti, puoi considerarli amici e stai sicuro che il tasso di fidelizzazione può solo aumentare.

La nostra USP>>, prosegue << è la capacità di fondere perfettamente scienza dei dati, media digitali e esperienze accattivanti per costruire connessioni preziose tra aziende e consumatori>>.

Qual è il vostro miglior case study?

<<Il mio case study preferito riguarda davvero il modo in cui abbiamo iniziato. Alessandro, Biagio e io ci incontravamo ogni settimana per parlare di marketing, di storie di aziende che ce l’hanno fatta. Ci incontravamo allo stesso bar ogni sabato e facevamo un brainstorm di idee. Eravamo tutti e tre appassionatissimi e finalmente abbiamo iniziato a lavorare su un’idea. Poi ci siamo messi all’opera, abbiamo iniziato con il cercare un ufficio, ci siamo improvvisati imbianchini, muratori, elettricisti e perfino piastrellisti. Abbiamo creato il nostro primo ambiente di lavoro (che oggi è evoluto esponenzialmente), e ci siamo immersi subito nell’ideazione della prima strategia di marketing: la nostra!

Ci siamo finti potenziali clienti con quelle che consideravamo all’inizio le migliori realtà del settore, abbiamo appreso i lati positivi e sottolineato gli approcci negativi, così da non ripetere gli stessi errori.

Siamo partiti da quello, dal cercare e analizzare gli aspetti negativi della concorrenza per migliorarli.

Abbiamo trovato tanta confusione, sembra che oggi chiunque è un web marketer, basta conoscere due termini giusti ed il gioco è fatto, basta condividere un post sui social e scegliere il copy giusto, allora sei un social media manager.
Molti pensano che il marketing sia solo attività di sponsorizzazione, bombardamento quotidiano di spot, mail, post, promozioni. In realtà questi elementi non sono altro che la punta dell’iceberg.

Cito Kotler: Il marketing è il processo mediante il quale le imprese creano valore per il cliente e instaurano con loro solide relazioni al fine di ottenere in cambio un ulteriore valore”.

Non puoi dire di fare marketing se non parli prima di SWOT, di BCG, di analisi e solo dopo di audit, engagement, social, SEO e tutta l’altra bella roba.

Detto in parole povere il marketing crea il prodotto, non lo posta sui social.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog