analisi e studi posted by

I DISTRUTTORI (di Giuseppe Palma)

La percentuale dei contagiati sul numero dei tamponi effettuati, il 6 novembre era del 16,1%. Troppo alta, chiudiamo tutto e dividiamo l’Italia in tre zone.

Riapriamo dal 10 dicembre al 6 gennaio per aiutare negozi e ristoranti. No, no, per carità! Chiudiamo tutto. Italiani irresponsabili, troppe “concessioni“.

Il 21 dicembre si chiude di nuovo tutto fino al 6 gennaio, compresi bar e ristoranti, che nelle ore di maggior incasso (la sera) di fatto non sono mai stati riaperti.
I ristoranti, ai quali il governo aveva promesso di poter riaprire nei giorni di maggior guadagno natalizio, vengono chiusi completamente.
Tutti a casa!

2 gennaio: la percentuale dei contagiati sul numero di tamponi effettuati è balzato dal 16,1% al 17,6%.
Il numero dei morti giornalieri, che il 6 novembre era di 446, nella settimana 27dicembre 2020 – 2gennaio 2021 è in media aritmetica di 479,7 al giorno.

Nel frattempo prosperano i colossi del commercio on-line e muore l’artigiano.
In 10 mesi hanno chiuso 390.000 attività commerciali, circa 219.000 partite Iva e oltre 800.000 lavoratori dipendenti da privato sono in cassa integrazione, in procinto di perdere il lavoro non appena sarà revocato il blocco dei licenziamenti.

I lockdown non servono a nulla, se non a distruggere i piccoli artigiani e commercianti, le piccole partite Iva. Ciononostante un manipolo di pericolosi incapaci interessati soltanto a conservare il potere (tanto al governo che al Comitato tecnico-scientifico), sta cercando di imporre misure ancor più rigide dopo il 6 gennaio, determinando in tal modo la morte del tessuto sociale, economico, produttivo e professionale del Paese. Un cimitero di morti viventi.

E come se non bastasse, in 10 mesi il governo Conte II ha completamente distrutto il sistema gerarchico delle fonti del diritto, sospendendo le libertà fondamentali – alcune costituzionalmente definite come “inviolabili” – con semplici atti amministrativi (Dpcm).
Ciò che era “inviolabile” è divenuto “concedibile”, ciò che discendeva dal diritto naturale è finito nella disponibilità del governo e della maggioranza parlamentare.

Il centro-sinistra (con tifosi a seguito) che per decenni si è lavato la bocca con le parole “diritti” e “Costituzione”, in soli 10 mesi ha distrutto i diritti e stracciato la Costituzione.

Conte e i Giallo-Soviet sono autentici e pericolosi distruttori, altro che costruttori!

(di Giuseppe PALMA)

*** *** ***

Consigli letterari:

1) di Paolo Becchi e Giuseppe Palma, “DEMOCRAZIA IN QUARANTENA. Come un virus ha travolto il Paese“, Historica edizioni, aprile 2020.

Qui i link per l’acquisto:

*** *** ***

  • di Giuseppe Palma, «Dante, dalla lingua alla patria. Nel settecentenario della morte (1321-2021) siamo ancora “Figli del Duecento”», con un estratto del proemio di Gabriele d’Annunzio per l’edizione monumentale della Commedia del 1911, Gds, marzo 2020 (edizione e-book); aprile 2020 (edizione cartacea).

A) Edizione in E-book: 👇👇👇

https://www.amazon.it/dp/B086394N85/ref=mp_s_a_1_1?keywords=dante+dalla+lingua+alla+patria&qid=1584637798&sr=8-1

https://www.ibs.it/dante-dalla-lingua-alla-patria-ebook-giuseppe-palma/e/9788835387084

B) Edizione cartacea:👇👇👇

https://www.amazon.it/gp/aw/d/8867828274/ref=tmm_pap_title_0?ie=UTF8&qid=&sr=


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal