conti pubblici posted by

Clamoroso: l’evasione fiscale in Germania nel 2017 è di 336 miliardi di Euro! Circa il 50% maggiore di quella Italiana (valutata dall’ISTAT nel 2015)

Sembra incredibile! La Germania ha un’evasione fiscale – valutata nel 2017 – circa il 50% maggiore di quella Italiana, quest’ultima valutata secondo l’Istat per l’anno 2015.

  • Evasione fiscale in Germania (anno 2017) , fonte IAW, Forbes/Statista : 336 mld EUR

  • Evasione fiscale in Italia (anno 2015) , fonte ISTAT : 207 mld EUR

Ma, notate, tale calcolo di evasione tedesca si riferisce appunto al 2017. Quella Italiana ri riferisce invece al 2015, ossia si può ipotizzare visto il trend in discesa che quella italica possa essere nel 2017 attorno ai 200 miliardi di euro o anche meno.

Bisogna assolutamente sottolineare che in Germania non c’è tutta la follia mediatica di caccia alle streghe per alzare ulteriormente il livello di tassazione ovvero per perseguire gli evasori con tutti i mezzi possibili: da bravi tedeschi si sa che esiste un livello fisiologico di evasione, anche utile per l’economia in quanto se lo Stato dovesse andare a sindacare su ogni singolo centesimo ingesserebbe l’intero processo di creazione di valore.

Va per altro rilevato quanto difficile sia valutare la corretta dimensione dell’economia sommersa, proprio perchè può solo essere stimata grossolanamente, per definizione.

Abbiamo dimostrato nell’intervento di ieri (LINK) come furbescamente l’Italia abbia fornito all’EU una versione di economia sommersa maggiore del 50+% della miglior stima nazionale data dall’ISTAT (12,6% ovvero 207 miliardi di euro di evasione assoluta), l’EU calcola gli sforamenti di deficit e di debito italiano rispetto al PIL utilizzando un valore di economia sommersa attorno al 20%.

Appunto, come spiegato nel precedente intervento tale artifizio permette di sforare allegramente i parametri di deficit statale dello Stato permettendo di fare maggiore spesa pubblica, la quale andrebbe valutato dove va impiegata (si, perchè c’è spesa pubblica utile – quella che fa crescita – ed inutile – quella che serve per compiacere ai cooptati ed amici, ad esempio per pagare le assurde pensioni dei magistrati in quiescenza, le più alte d’Italia [circa il doppio dei secondi, i notai] e tra le più alte al mondo nel settore -).

Da notare che l’evasione tedesca, vuoto per pieno, sarebbe anche più alta di quella italiana se si trasponesse oltre Gottardo l’assurda, altissima tassazione italiana. Infatti più alte sono le tasse più si tende ad evaderle: visto che l’Italia alla lunga ha la tassazione ad esempio sulle imprese più alta d’Europa è facile immaginare che in presenza di una tassazione simile a quella italica anche in Germania la loro evasione sarebbe ben più elevata!

I nostri politici devono vergognarsi: stanno uccidendo il paese. Oggi i governi – per tenere in vita l’EU, dietro spinta tedesca – si inventano che l’Italia è un popolo di evasori SOLO per convincere l’opinione pubblica che bisogna usare le maniere forti, ossia un’Agenzia delle Entrate stile Gestapo, con giudici ormai impiegati a trovare gettito da tassazione, non necessariamente giustizia. Ovvero l’Inferno Fiscale. Aumentando le tasse a dismisura. E senza dirci che – a  guardare bene – i tedeschi sono più evasori degli italiani; a conferma di ciò vi ricordo solo che fino al 2011 il record di depositi “neri”  in Svizzera era dei tedeschi, non degli Italiani!!! Vedasi sotto. [per altro con una percentuale di depositi non dichiarati in Confederazione in rapporto tra i due paesi quasi perfettamente sovrapponibile ai dati attuali dell’evasione fiscale tedesca ed italiana: non dichirato in Svizzera al 2011, DEU/ITA = 200/120; evasione fiscale al 2017 stimata, DEU/ITA= 336/200]

Fonte: Gabriel Zucman, vedasi riferimenti in calce, *

Il risultato? Chi può se ne va, prima di tutto le aziende. Da qui le delocalizzazioni a valanga, ovvero il lavoro che manca in Italia. Se ci pensate bene, è proprio quello che vuole l’EU tedesca: se non possiamo comprarcele le aziende sane ce le portiamo in casa, come l’ex presidente di Confindustria Squinzi, un europeista di ferro (e ti credo…). Hanno anche messo per lo scopo il maestro dell’elusione fiscale al comando della Commissione EU, Juncker…

La ratio è che oggi si vorrebbe far colmare il buco nella tassazione causato delle aziende che se ne vanno (ho detto FCA, Ferrari, Lottomatica, Ferrero ecc ecc.? a causa di un’oppressione fiscale inaccettabile) ai cittadini che restano, strizzandoli a dovere.

Lo scopo principe dell’EU tedesca  resta sempre quello di NON fare uscire l’Italia né i periferici dalla crisi, per potere svalutare l’euro a vantaggio delle esportazioni germaniche.

Il risveglio sarà tragico, credetemi. Tragico. Tradotto, a parte gli impresentabili politici italiani che hanno governato dal 2011 (secondo me comprati dall’EU per un tozzo di pane, un posto da professore, un ruolo europeo…), l’EUropa è una truffa che punta a spennare i paesi più indifesi e magari, possibilmente, ricchi come l’Italia. Prima se ne esce meglio è! [Si, abbasseremmo anche le tasse! Innescando la crescita con la svalutazione della nuova lira]

MD

__________________

* Fonti: Gabriel Zucman, tabella citata

http://www.cyclopaedia.de/wiki/Gabriel_Zucman

http://www.amazon.fr/La-richesse-cach%C3%A9e-nations-Enqu%C3%AAte/dp/2021114317/

http://it.ibtimes.com/articles/58904/20131114/svizzera-ricchezza-finanziaria-straniera-depositi-investimenti-offshore-fisco-ricerca.htm

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog