attualita' posted by

GENTILONI: POSSIBILE CONFLITTO DI INTERESSI COME COMMISSARIO (vedi Amazon)

Paolo Gentiloni arrives for a two days EU Council meeting in Brussels, Belgium, 22 June 2017. EPA/JULIEN WARNAND / POOL

 

Oggi è emersa un’interessante notizia riguardante il candidato commissario europeo Paolo Gentiloni: infatti l’ex presidente del Consiglio italiano ha dichiarato di possedere ben 700 mila euro in azioni, delle quali ben 100 mila euro sono azioni di Amazon. Questo lo pone in una posizione molto particolare, e di potenziale conflitto di interesse, nel momento in cui si parla di Web Tax. Però non si tratta delle sole azioni possedute, e il politico possiede anche:

  • Expedia (11.884 euro),
  • Campari (59.033 euro),
  •  Exilor Luxottica (40.981 euro),
  • Experian PLC (38.506 euro),
  • Diasorin (31.385),
  • LVMH (26.526),
  • Enel (18.425 euro)
  • ENI (12.127 euro).

A queste azioni si vengono a sommare:

  • BTP , fondi di investimento e liquidità;
  • 8 immobili, di cui 7 a Roma.

Il Commissario ha affermato che questi beni mobili, cioè azioni, BTP e fondi di investimento, sono in via di liquidazione, comunque è curiosa la sua posizione, come è curiosa quella di altri commissari e vicepresidenti che sembra non posseggano immobili: infatti Frans Timmermans, Valdis Dombrovskis, Vera Jourova e Margarethe Vestager dichiarano di non avere proprietà immobiliari, e questo spiega forse perchè l’Unione sia sempre impegnata nel richiedere una revisione dei valori catastali italiani. Al contrario la proposta commissaria portoghese Ferreira  ha ben 19 immobili, superando anche Gentiloni, fra cui appartamenti, negozi ed una tenuta agricola. Altri commissari risultano azionisti di Bayer, di Starbucks o di società di servizi pubblici.

Voi vi fidate di più di chi dichiara di avere grosse proprietà azionarie o immobiliari o di chi non dichiara nulla? un bel  dubbio.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed