Seguici su

Attualità

Fusione nucleare: una scoperta sugli effetti del magnetismo avvicina il suo utilizzo commerciale

Pubblicato

il

 

L’energia da fusione potrebbe essere una prospettiva più realistica di quanto si pensi grazie a una scoperta legata ai campi magnetici. Come riporta Motherboard, i ricercatori del Lawrence Livermore National Laboratory del Dipartimento dell’Energia hanno scoperto che una nuova configurazione del campo magnetico ha più che triplicato la produzione di energia del punto caldo della reazione di fusione negli esperimenti, “avvicinandosi” al livello richiesto per l’accensione autonoma nei plasmi. Il campo è stato particolarmente efficace nell’intrappolare il calore all’interno dell’hotspot, aumentando il rendimento energetico.

La creazione dell’hotspot è stata causata  dall’esplosione di 200 laser su una pallina di combustibile da fusione composta da isotopi dell’idrogeno come il deuterio e il trizio. I raggi X risultanti hanno fatto implodere la pallina, producendo così le pressioni e il calore estremamente elevati necessari per la fusione. Il team ha raggiunto l’obiettivo avvolgendo una bobina in grado di creare un campo magnetico attorno a una pallina realizzata con metalli speciali.

L’idea di utilizzare i magneti per riscaldare il combustibile non è nuova. Nel 2012 gli scienziati dell’Università di Rochester hanno scoperto di poter utilizzare il magnetismo a loro vantaggio. Lo studio del Lawrence Livermore, tuttavia, è stato molto più efficace, producendo il 40% di calore e più di tre volte l’energia.

I reattori a fusione pratici sono ancora lontani molti anni. La produzione è ancora molto inferiore all’energia necessaria per creare reazioni autosostenute. Tuttavia, la scoperta rende l’accensione molto più fattibile e questo, a sua volta, aumenta le possibilità di un sistema di fusione a energia positiva, cioè in grado di generare molto più energia di quanto richiesto per innescare il processo. Gli esperimenti sul magnetismo non finiscono qui. Un test futuro utilizzerà una capsula criogenica carica di ghiaccio per aiutare a comprendere la fisica della fusione. Anche se l’accensione è ancora lontana, i risultati di questo studio potrebbero fornire un percorso più chiaro verso il momento della svolta.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito