attualita' posted by

FINITA L’ERA DEI BENI DI LUSSO? Sembra esserci un’inversione di tendenza

Qualcosa sta cambiando negli investimenti, e riguarda soprattutto i beni di lusso e l’arte. Per anni vini rari, auto classiche ed opere artistiche sono state acquistate anche, se non soprattutto, come beni di investimento, e nell’ultimo decennio hanno avuto un buon rendimento. Purtroppo l’ultimo anno  ha segnato un’inversione di tendenza per questa classe di valori. Come mostra il successivo grafico se gli investimenti borsistici, finanziari o nell’oro hanno avuto un ritorno fortemente positivo, mentre gli investimenti in beni considerati rari o di lusso non ha avuto il medesimo andamento:

La ricchezza creata dalle banche centrali per diversi anni si è riversata anche se parzialmente, sui beni reali, anche da collezione, come vini, auto  classiche,  arte. Comunque un fiotto di questa ricchezza si è riversato verso il pubblico facendo crescere il valore dei beni reali, anche quelli più voluttuari. Questo effetto però si è esaurito.

Ormai la ricchezza monetaria creata dalle banche centrali non si riflette neanche parzialmente nel mondo reale, e non riesce a far crescere il valore di categorie specifiche di beni reali come  i beni di lusso da investimento. Il denaro generato dalle Banche Centrali va quasi direttamente sul mercato azionario e lo fa crescere,ma non c’è ricaduta di ricchezza e quindi arte ed auto classiche non ne risentono neppure più. Effettivamente un gran peccato.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal