attualita' posted by

Duterte lascia la politica nelle Filippine, ma si candida la figlia

 

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha affermato sabato che non correrà  più per la vicepresidenza nelle elezioni del prossimo anno e si ritirerà dalla politica, una mossa che potrebbe aprire la strada a sua figlia Per la candidatura. Ricordiamo che Duterte era un presidente noto per le sue posizioni durissime contro il crimine, con l’autorizzazione alla polizia a sparare agli spacciatori, e un atteggiamento da macho.

Duterte, che è costituzionalmente limitato a un solo mandato di sei anni come presidente, il mese scorso ha accettato la nomina del suo partito per la seconda carica più alta del paese.

“Il sentimento diffuso fra i  filippini è che non sono qualificato, e sarebbe una violazione della costituzione eludere la legge”, ha detto il 76enne Duterte. “Oggi annuncio il mio ritiro dalla politica”.

Le dichiarazioni sono arrivate poco dopo il Sen. Bong Go, assistente di lunga data di Duterte, ha presentato la sua candidatura a vicepresidente.

Gli ultimi sviluppi alimenteranno la speculazione che la figlia del presidente  e sindaco di Davao City, Sara Duterte, presenteranno la propria candidatura presidenziale. Il sindaco, che ha superato i sondaggi di opinione, il mese scorso ha dichiarato che non si sarebbe candidata alla presidenza, a seguito di un accordo con suo padre secondo cui solo uno di loro si sarebbe candidato per una carica nazionale, ma ora la decisione del presidente cambia tutto.

Davao City Mayor Sara Duterte-Carpio during the Philippine Retailers Association Stores Asia Expo ’17 at the SMX Convention on August 10, 2017.

I recenti sondaggi, che mostrano un calo del sostegno pubblico a Duterte, potrebbero averlo spinto a fare marcia indietro, oltre ad una strategia a favore della famiglia.

La commissione elettorale filippina accetta candidature per le elezioni generali del maggio 2022 fino a venerdì, ma le sostituzioni – simili alla mossa di Duterte nel 2015 – sono consentite fino a metà novembre.

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha detto sabato che non cercherà più la vicepresidenza nelle elezioni del prossimo anno e si ritirerà dalla politica, una mossa che potrebbe aprire la strada a sua figlia per candidarsi alla presidenza.

Duterte, che è costituzionalmente limitato a un solo mandato di sei anni come presidente, il mese scorso ha accettato la nomina del suo partito per la seconda carica più alta del paese.

“Il sentimento oppresse filippini è che sono qualificato, e sarebbe una creazione della costituzione eludere la legge”, ha detto il 76enne Duterte. “Oggi annuncio il mio ritiro dalla politica”.

Le dichiarazioni sono arrivate poco dopo il Sen. Bong Go, assistente di lunga data di Duterte, ha presentato la sua candidata alla vicepresidente.

Gli ultimi sviluppi noureranno la speculazione che la figlia presidenziale e il sindaco di Davao City Sara Duterte andranno avanti con un’offerta presidenziale. Il sindaco, che ha superato i probabili di opinione, il mese scorso ha dichiarato che non si sarebbe candidata alla presidenza, a seguito di un accordo con suo padre secondo cui solo uno di loro si sarebbe candidato per una carica nazionale.

I recenti probaggi che hanno dimostrato un calo del sostegno pubblico a Duterte potrebbe aver spinto a fare indietro. In questo modo non viene a danneggiare la candidatura della figlia. Assisteremo alla nascita di una nuova dinastia politica?

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal