Seguici su

Attualità

Dal rollover ai sistemi di vincita: cose da sapere prima di scegliere un casinò

Pubblicato

il

La scelta di una piattaforma di gioco online a distanza implica una serie di valutazioni importanti, che vanno dalla selezione dell’operatore in base al catalogo offerto, alla navigabilità del sito – sia da desktop che da mobile, e arrivano a valutazioni connesse ai metodi di pagamento, al funzionamento dei bonus, alle regole del payout. Questi ultimi aspetti sono piuttosto importanti, perché strettamente connessi alla gestione del conto di gioco, sia per gli utenti più esperti che, soprattutto, per quelli occasionali o alle prime armi.

La scelta dei migliori casinò online non può dunque prescindere dalla conoscenza delle regole e del funzionamento dei giochi, anche e soprattutto dal punto di vista dell’investimento e del ritorno economico in vincite.

Il punto di partenza è, in ogni caso, la scelta di una piattaforma legale, ovvero dotata di licenza ADM, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che esercita il controllo sulla regolarità dei giochi per conto dello Stato. Basta consultare la lista dei concessionari sul sito ufficiale dell’Agenzia, aggiornata con i rinnovi, per sapere quali sono gli operatori a distanza autorizzati.

Ogni operatore è tuttavia tenuto a esporre nella propria homepage il numero di concessione a 5 cifre che gli è stato assegnato da ADM, con a fianco il logo ufficiale dell’Agenzia, a forma di un mezzo timone con i tre colori della bandiera.

La presenza della licenza ADM è indispensabile perché l’operatore possa offrire giochi a distanza con vincite in denaro in modo legale, ma la concessione è di per sé una garanzia di trasparenza delle operazioni di gioco perché il suo rilascio è soggetto a verifiche e controlli condotti dall’Agenzia insieme agli OdV, o Organismi di Verifica autorizzati. Gli OdV rilasciano all’aspirante operatore una certificazione che si basa sul possesso di determinati requisiti che la SGAD, o piattaforma di gioco, deve possedere. Tra questi, quello strettamente correlato alla casualità e trasparenza dei giochi offerti è l’RNG, o generatore di numeri casuali.

RNG: cosa significa e a cosa serve?

L’RNG o Random Number Generator non è altro che un software, il quale genera i numeri casuali e i simboli per ciascun gioco della piattaforma, e che di conseguenza ne determina gli esiti. Gli OdV valutano la conformità dell’RNG e dunque assicurano una piena trasparenza del sistema: ecco perché i siti legali rappresentano una sicurezza per il giocatore in questo senso, dato che in nessun modo i risultati potranno essere manipolati o pilotati. L’RNG si applica infatti sia nei giochi di sorte a quota fissa, che nei giochi di carte.

La gestione del conto di gioco

La gestione del conto di gioco spetta al giocatore, e l’oculatezza è sempre l’approccio consigliato, insieme alla lettura dei termini e delle condizioni indicati per ogni gioco, bonus o promozione a cui si voglia accedere.                                     Il possesso della licenza ADM assicura tuttavia che il conto di gioco sia pienamente tutelato dall’operatore. Innanzi tutto, ogni giocatore può aprire un solo conto presso ogni concessionario, a patto che l’utente sia maggiorenne e che invii una copia valida del proprio documento di identità.  La piattaforma deve predisporre dei sistemi di protezione dei conti aperti che non consentano accessi e interazioni da parte di terzi, che siano questi ultimi esterni o facenti parte del personale interno del concessionario.

Ogni volta, per poter accedere al casinò online e al conto collegato, all’utente deve essere richiesta l’autenticazione, e non è previsto il completamento automatico del login.                                                                                                                Una piattaforma di gioco ADM, inoltre, fa sì che i prelievi da un conto siano accreditati nel rispetto della normativa vigente: si possono prelevare solo le somme relative alle vincite, oppure i fondi restanti sul conto, in caso di disattivazione.     Perché un utente possa essere informato sulla situazione, così da potersi regolare con le giocate, il saldo prelevabile dal conto deve essere sempre ben visibile e accessibile al giocatore.

RTP e volatilità

Il gioco a distanza con estrazione a sorte e vincite casuali si fonda su meccanismi imprevedibili: chi è alla ricerca delle “slot più fortunate” rimarrà deluso. Come avviene, allora, la scelta di una slot e quali fattori devono essere presi in considerazione? Uno di questi è, senza dubbio, l’RTP o Return To Player.

L’RTP è un termine che può essere italianizzato con l’espressione “Ritorno al Giocatore”. La percentuale di RTP di ogni gioco indica la somma che va ad alimentare il montepremi, e che dunque viene rimessa in circolo nelle potenziali vincite. Se una slot ha un RTP del 96 per cento, e si giocano 100 euro, vuol dire che 96 euro contribuiranno al jackpot, mentre i restanti 4 euro saranno destinati alle casse dell’operatore. I giochi con alto indice di RTP (di solito si oscilla tra il 94 e il 99 per cento) sono dunque quelli che potenzialmente pagano di più ma, visto che si tratta di meccanismi dall’esito casuale, non si può certo sapere se saranno o meno “fortunati”.

Quello che si può fare invece nella valutazione di un gioco, e in particolare di una slot online, è considerarne la volatilità, ovvero la frequenza di certe combinazioni vincenti, nonché l’entità dei relativi premi. Le slot a volatilità alta prevedono poche vincite, ma più sostanziose, mentre quelle a bassa volatilità pagano meno, ma più spesso.

Ovvio che tutti questi indicatori valgono per le slot e per la roulette, ad esempio, mentre per altri giochi, come il Blackjack, che chiamano in causa l’abilità del giocatore, molto dipende anche dal tipo di strategia.

I bonus e il rollover

I bonus sono le promozioni più cercate da chi gioca online. Un criterio da considerare prima di scegliere qual è il bonus più conveniente, in base alle proprie esigenze e disponibilità, è il rollover.

Con questo termine, noto anche come requisito di puntata, si indica il numero di volte che un bonus deve essere giocato prima di poter essere prelevato.

Si tratta di una sorta di tutela per l’operatore, perché il più delle volte il rollover si applica ai bonus di benvenuto: in questo modo i concessionari si assicurano che l’extra ricevuto dall’utente registrato sia in parte reinvestito nelle giocate.

L’indice di rollover, per trasparenza, deve essere indicato all’interno dei Termini e delle Condizioni dell’offerta.  Ma come si riconosce? Di solito viene indicato da un numero moltiplicatore, ad esempio 10x o 20x. Se un casinò offre un bonus del 50 per cento sul primo deposito, fino a un massimo di 100 euro, il giocatore che sceglie di depositare 20 euro, riceverà come extra 10 euro. Se il rollover applicato in questo caso è 10x, significa che, prima di poter prelevare eventuali vincite, l’utente dovrà giocare, come minimo, 10x 10 euro, ovvero 100 euro.

In conclusione

La Dea Bendata, come si è visto, ha le proprie regole.  La scelta di un concessionario affidabile e un corretto comportamento di gioco responsabile sono fondamentali. Non sempre è facile orientarsi nell’offerta legale di casinò a distanza, e in questo senso può tornare utile consultare i siti di comparazione, che mettono a confronto bonus, promozioni, metodi di pagamento e prelievo accettati dal concessionario e tanti altri indicatori indispensabili per una scelta mirata e soddisfacente, proporzionata alle esigenze.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito