attualita' posted by

Crescono le voci su un colpo di stato al Cremlino: generali scontenti vogliono cacciare Putin e porre fine alla guerra. Per chi crede alle favole…

Forse è solo un wishful thinking di molti, oppure c’è qualcosa di vero, dato che come riporta il giornale finanziario londinese City AM voci ed indizi sospetti si stanno rincorrendo. Diciamo che la tecnica di molti giornali di mostrare un capo debole, malato, isolato e fallace è sin dall’inizio dell'”operazione speciale” di Putin un metodo molto sfruttato, in alcuni casi anche in modo risibile. In primis parlando delle nostre temibili sanzioni sul gas russo, che han messo (e metteranno) in ginocchio solo noi. L’articolo che riportiamo comunque è di oggi e a noi non resta che aspettare pazientemente sviluppi futuri.

A Mosca girano voci secondo cui un certo numero di ex generali e funzionari del KGB si stanno preparando a cacciare il presidente russo Vladimir Putin e stanno pianificando di porre fine alla guerra in Ucraina, che in Russia è sempre più vista come un errore strategico e, soprattutto, un disastro economico.

Si dice che il vertice dell’ex datore di lavoro di Putin – il servizio di sicurezza russo FSB – sia così frustrato per la mancanza di progressi militari in Ucraina che ha contattato un certo numero di generali ed ex funzionari dell’esercito, secondo vari analisti e resoconti dei media locali .

In particolare, si dice che un gruppo chiamato “Siloviki” – che comprende ex ufficiali dell’FSB attivi nella politica russa – stia spingendo duramente per sostituire Putin, insieme a ex ufficiali del GRU, del KGB e dell’UST, altre unità di intelligence russe. È probabile che l’idea che un colpo di stato venga ulteriormente rafforzato dall’attività sui social media in Russia e nell’Europa orientale, che è andata oltre le ultime 24 ore. Inoltre, gli analisti dentro e fuori la Russia hanno detto che ci sono tutti i segni che Putin dovrà presto affrontare un colpo di stato.

Secondo quanto riferito, il presidente russo è “molto preoccupato” e ha rafforzato la sicurezza dentro e intorno al Cremlino. “Importa? È molto importante”, ha affermato l’esperto di sicurezza russo Andrei Soldatov al Center for European Policy Analysis. “Il presidente russo si sta preparando per un colpo di stato da alcune settimane, poiché ha dovuto affrontare aspre critiche per la sua “operazione speciale” in Ucraina e ha epurato circa 150 delle sue spie per i continui fallimenti”, ha spiegato Soldatov.

Inoltre, girano voci anche sulla salute di Putin dall’inizio della guerra. In diversi video il russo presidente appare stanco e irritato. Crescenti tension tra FSB e Cremlino È diventato evidente che i rapporti tra l’FSB e Putin si sono deteriorati dall’inizio della guerra. Il mese scorso, due alti ufficiali dell’FB, sono stati messi agli arresti domiciliari da Putin. Andrei Soldatov, che gestisce il ben informato sito investigativo Agentura, ha riferito che Sergei Beseda, il capo del Quinto Servizio – il ramo dell’intelligence straniera dell’FSB – e il suo vice erano stati arrestati e messi agli arresti domiciliari.

La mossa è stata vista come un chiaro che Putin è profondamente preoccupato per il ruolo dell’FSB nell’offensiva contro l’Ucraina e teme che le forze all’interno dell’apparato di intelligence possono lavorare contro lui, hanno detto i funzionari occidentali alla piattaforma Agentura. “Entrambi gli uomini hanno svolto un ruolo importante nelle operazioni di intelligence contro l’Ucraina per diversi anni e molto probabilmente hanno svolto un ruolo importante nella pianificazione dell’invasione”, ha detto uno. “Potrebbero esserci cambiamenti significativi ai livelli senior dell’FSB”.

Anche l’analista russo Alexey Muraviev è convinto che il presidente russo stia affrontando un colpo di stato dei suoi massimi capi militari e dell’intelligence. Muraviev ha detto a Sky News Australia che un tentativo di rimuovere Putin potrebbe essere estremamente probabile perché “Penso che ci siano state tensioni tra la Russia e la comunità dell’intelligence e il presidente russo Vladimir Putin”.

“Penso che quel tipo di falsa narrativa sia stata presentata loro dal comandante in capo supremo, e quando ha risposto al fuoco quando i russi hanno iniziato a subire pesanti perdite, Putin ha iniziato a incolpare silenziosamente i servizi di sicurezza”, ha continuato. “Non credo sia andata proprio bene anche perché viene dall’interno dell’apparato di sicurezza”. “Riguardo alla pianificazione iniziale e alla fase iniziale dell’invasione in cui i militari russi presumono naturalmente che andranno lì come liberatori piuttosto che come invasori”, ha spiegato. Quando è stato avvicinato da City AM, nessuno al Cremlino era disponibile a commentare.

Fonte:

Kremlin coup rumours growing in Moscow: Disgruntled generals join FSB looking to oust Putin and end Ukraine war



Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal