attualita' posted by

Come usare i migliori strumenti di gestione del rischio

 

 

Imparare a gestire opportunamente i migliori strumenti di gestione del rischio finanziario non rappresenta solamente una base di partenza per qualsiasi guida sul forex trading: è anche una priorità formativa da parte di tutti coloro i quali si stanno avvicinando proprio in questi giorni al mondo degli investimenti finanziari online, e cercano un impiego con maggiore consapevolezza.

Cerchiamo allora di vedere insieme quali sono i principali strumenti di gestione del rischio, e come poterli gestire nel migliore dei modi!

Stop loss

Le quotazioni dei titoli quotati sui mercati finanziari possono muoversi rapidamente, specialmente quando il mercato è volatile o nervoso. Uno stop loss posizionato in modo intelligente di solito reagisce molto più rapidamente di quanto potrebbe fare un trader umano, rendendolo così uno dei più importanti strumenti di gestione del rischio sul Forex.

Con tutti i principali account offerti dai broker, è possibile creare uno stop loss specifico all’apertura di una posizione, o uno stop loss generale (in percentuale sull’apertura) per tutti gli ordini del portafoglio. Inoltre, potrete scegliere di modificare lo stop loss in qualsiasi momento, andando così a renderlo più aggiornato rispetto alle evoluzioni di mercato (anche se, in verità, non è sempre una scelta opportuna).

La scelta del giusto stop loss è discussa in innumerevoli articoli e studi, e non esiste una “regola d’oro” per tutti i trader. Per ogni operazione, dovrete dunque scegliere il limite appropriato di perdita massima sostenibile, rispondendo a diverse domande come:

– Per quanto tempo avete intenzione di mantenere aperta la posizione (ricordate: più a lungo è aperto uno scambio, più probabilmente sarà volatile)?

– Qual è il prezzo obiettivo e quando vi aspettate di raggiungerlo?

– Qual è la dimensione del vostro account e il saldo corrente?

– Avete altre posizioni aperte?

– Le dimensioni della vostra posizione sono sinergiche alle dimensioni del vostro account, al saldo del conto, al periodo di tempo e alla situazione attuale del mercato?

– Qual è il sentiment generale del mercato (ad esempio, volatile, nervoso, in attesa di notizie o altri fattori esterni)?

– Per quanto tempo resterà aperto questo mercato (ad esempio, il fine settimana è in arrivo o il mercato è chiuso da un giorno all’altro)?

Considerato che non esiste una regola generale per il limite di stop loss, vi suggeriamo di utilizzare un account demo gratuito a disposizione presso ciascuno dei principali broker, per imparare senza correre rischi. Nel conto demo di trading potrete eseguire alcuni esempi di operazioni e testare vari limiti di stop in diversi scenari. Se avete un account live, con denaro reale, meglio essere prudenti ma senza esagerare: fissare uno stop loss troppo prudenziale potrebbe infatti comportare il rischio di chiusura immediata della posizione, per una minima oscillazione delle quotazioni dell’asset.

Dimensione della posizione

Persino i migliori trader non ottengono mai scambi sempre redditizi dalle proprie scelte. E in effetti, basti considerare come una buona quota di posizioni forex chiusa positivamente sia quella tra il 50% e l’80%. Da quanto sopra ne deriva che è chiaramente importante calcolare le dimensioni opportune delle posizioni, con sufficiente capitale disponibile per sopravvivere ai movimenti del mercato.

Scegliere la leva

Come probabilmente sapete, la scelta di una leva finanziaria troppo alta aumenterà il rischio finanziario delle vostre posizioni, con la conseguenza che alcune posizioni negative potrebbero finire con l’erodere l’intero saldo del conto di trading! Abbiate dunque sempre la cautela di fissare una leva finanziaria assente o estremamente contenuta nelle vostre prima fasi di trading, andando a utilizzare il conto demo di trading per potervi allenare un po’ sulla gestione di questa potente arma.

Fattori esterni

Ricordate infine di gestire in maniera opportuna tutti i fattori esterni nelle vostre strategie di gestione del rischio Forex. Esistono numerosi esempi di elementi che potrebbero influenzare le quotazioni di trading, pur senza appartenere ai mercati finanziari. Pensate, ad esempio, alle interruzioni di corrente e / o a una connessione Internet non stabile, al fatto che siate occupati o distratti dal lavoro d’ufficio, e così via.

Al di là di quanto sopra, speriamo che i contenuti brevemente introdotti siano stati in grado di ispirare un po’ di cautela in più nelle vostre tappe di avvicinamento al trading online!


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog