attualita' posted by

Come registrarsi per il codice LEI?

A chi è indirizzata l’iscrizione?

L’iscrizione al registro del codice LEI (Legal Entity Identification) è indirizzata a tutte le persone giuridiche (enti finanziari) che intendono partecipare nelle transazioni finanziarie.

In Italia l’iscrizione al registro è obbligatoria dal 2018 ed è rivolta a:

  • Banche e istituzioni finanziarie
  • Provider di servizio titoli
  • Compagnie assicurative
  • Fondi di investimento

Il codice LEI apre un nuovo capitolo nell’archiviazione e standardizzazione dei dati forniti dalle entità finanziarie con lo scopo di rendere le transazioni più sicure, trasparenti, ridurre la propria complessità.

Le banche e i servizi di investimento devono essere sicure che il trader disponga di un codice LEI valido se desidera partecipare alla compravendita di strumenti finanziari.

Per mantenere dei titoli non è obbligatorio disporre di un codice LEI solo ma consigliato in quanto un codice scaduto o non valido potrebbe essere un ostacolo nel momento in cui si decidesse di vendere i titoli.

A chi va indirizzata l’iscrizione?

L’iscrizione va indirizzata alla LOU (Local Operation Unit) di zona, l’ente si occuperà di raccogliere i dati forniti dalla persona giuridica attraverso un formulario online secondo la struttura e sistema giuridico nazionale.

All’interno del codice di 20 cifre alfanumeriche viene riportato la sede principale, sede legale, ragione sociale e informazioni sulla struttura di titolarità e si compone di:

  • Caratteri da 1 a 4: prefisso della LOU che rilascia il codice
  • Caratteri 5, 6: caratteri impostati a 0
  • Caratteri dal 7 al 18: codice entità specifico
  • Caratteri 19, 20: codice di controllo

Questo codice a sua volta segue lo standard ISO 17442 che specifica gli elementi più importanti di questa riforma finanziaria. Il motivo di tale manovra è comprensibile, per snellire il sistema bisogna adottare un unico sistema globale di raccolta dati, uniforme a tutti i soggetti giuridici che opera nel mercato finanziario.

Il registro

I primi ad utilizzare il codice LEI ed il sistema GLEIS (sistema globale LEI) furono Stati Uniti ed Unione Europea come misura provvisoria. Il registro del codice LEI vuole essere uno strumento di identificazione globale e trasparente, in questa enorme banca dati le informazioni vengono archiviate con il fine di garantire un accesso pubblico, garantire che non ci sia un uso diverso dal interesse pubblico in ambito finanziario, capace di far risparmiare tempo e migliorare la gestione del rischio di una crisi finanziaria.

Prima di uno standard globale, esistevano altre direttive:la MiFID 2 – Markets in Financial Instruments Directive e la EMIR.

La funzione era quella di stabilire i requisiti relativi all’introduzione di un nuovo strumento finanziario e autorizzazione di società d’investimento nei mercati per monitorare, valutare il rischio di una transazione, reprimere gli abusi di mercato ove si presentino e obbligare queste società alla totale trasparenza durante una negoziazione.

Come fare la richiesta?

La richiesta può essere fatta in maniera diretta, attraverso un delegato oppure un agente di registrazione. Data la complessità della materia in questione è consigliabile affidare la registrazione ad un intermediario che si occuperà dell’intero caso e di raccogliere le informazioni necessarie ad una corretta iscrizione.

Il costo per registrarsi ed ottenere il codice è abbastanza economico e può essere acquistato per un periodo di 1, 3 e 5 anni, per chi ne avesse bisogno ci si può registrare anche per pochi mesi.

È importante ricordarsi della scadenza per evitare una nuova registrazione, i costi e i tempi di iscrizione.

Se per un qualsiasi motivo uno volesse cancellare la propria iscrizione, la cessazione anticipata funziona esattamente come una prima attivazione, quindi obbligato ad una contestuale pubblicazione.

Tecnologia e sicurezza

La tecnologia, la nascita e lo sviluppo di applicazioni hanno reso decisamente la nostra vita più facile, ma allo stesso tempo hanno messo le nostre informazioni personali a rischio di attacco.

Basti pensare alla quantità di dati presenti in una carta di credito ogni volta che facciamo un acquisto, i nostri dati vengono letti e verificati con il pagamento. Questi dati inoltre ci consentono di estrapolare informazioni importanti sulla vita economica di qualcuno.

Nel registro LEI, grazie alla trasparenza e completezza di informazioni, possiamo controllare la validità del codice e visualizzare i dati dell’azienda associata.

Questi dati forniscono informazioni importanti in termini di autenticità e sanzioni legali, due tra i requisiti fondamentali a base degli investimenti finanziari.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed