attualita' posted by

Come la business intelligence ha cambiato le aziende

La business intelligence è un insieme di processi aziendali che ha come obiettivo la raccolta di informazioni utili alla definizione delle strategie. Nel periodo storico in cui ci troviamo, l’interpretazione dei dati prodotti dall’azienda è fondamentale per capire come si sta evolvendo il mercato e anticipare le mosse dei concorrenti. La business intelligence utilizza diversi strumenti per organizzare i dati che raccoglie e sono solitamente immagazzinati in Data Warehouse. La definizione di Data Warehouse per un’azienda è un processo che avviene in maniera graduale e che si orienta in base agli obiettivi. Il sistema infatti conserva i dati provenienti da più fonti, li archivia e li rende disponibili per un lasso di tempo ampio, al fine di consentire una consultazione precisa ed efficace.

Potere ai Dati

L’avvento di Internet e un maggiore accesso ai dati prodotti da chi fa ricerche online e da chi interagisce con i canali aziendali, ha creato una massiccia produzione di dati, che si sono aggiunti a quelli che già si raccoglievano internamente.
La varietà di provenienza dei dati e l’aumento della quantità ha favorito l’organizzazione di repository da consultare periodicamente per consentire ai manager un’analisi dei dati utili a stabilire nuove strategie.
Il supporto dei dati è diventato dunque necessario nei processi decisionali perchè attraverso una buona analisi delle informazioni, si possono anticipare tendenze, bisogni e richieste, riuscendo a sbaragliare la concorrenza in pochi passaggi.

Ottenere i report inoltre è diventato anche molto più veloce grazie a data warehouse software di ultima generazione in grado di estrapolare tutte le informazioni che occorrono in pochi minuti e di suddividere il report finale per settori, fornendo così una risposta dettagliata. Un vantaggio straordinario per chi ad esempio ha necessità di valutare l’andamento di una specifica campagna marketing o i riscontri sulle vendite di un particolare prodotto.
Per ottenere il massimo da questi strumenti, è bene dotarsi di un analista esperto e preparato che possa dare sostanza ai numeri e dare all’attività un vantaggio competitivo non indifferente. Anche il ruolo del manager è cambiato, perché non può più prescindere da specifiche analisi numeriche ed ha un grandissimo vantaggio: poter avere i riscontri delle performance per ogni settore di cui si occupa e quindi calibrare i progetti in maniera capillare.

I vantaggi per le aziende

Strutturare un sistema di business intelligence in un’azienda è il segreto per essere sempre sul pezzo e riuscire a risolvere in corsa eventuali problemi su determinate aree della propria attività.
Ogni strumento collegato al tracciamento dei dati è utile per tenere sotto controllo l’andamento dei piani aziendali e riuscire ad intervenire in maniera tempestiva anche quando ci sono delle improvvise emergenze. Come ha ampiamente dimostrato l’avvento del Coronavirus, in situazioni di necessità bisogna essere pronti a tutto. Avere sottomano in maniera rapida i numeri reali e aggiornati della propria realtà imprenditoriale, consente di agire immediatamente per evitare ulteriori perdite e mettere a rischio tutti i lavoratori.
La business intelligence è quindi indispensabile sia per puntare ad una crescita ed un aumento del fatturato sia per risolvere imprevisti di ogni natura.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed