attualita' posted by

Coltivate piante sul suolo lunare: compiuto il passo necessario per la colonizzazione del nostro satellite

 

Per la prima volta, gli scienziati hanno coltivato piante nel suolo dalla luna raccolte dagli astronauti dell’Apollo della NASA. I ricercatori non avevano idea se qualcosa sarebbe germogliato nella dura terra lunare e volevano vedere se questo terreno poteva essere utilizzato  dalla prossima generazione di esploratori lunari. come base per una coltivazione agricola e quindi come sostentamento per la vita I risultati sono stati sorprendenti

“Cavolo! Le piante in realtà crescono nella polvere lunare. Non è uno scherzo!” ha affermato Robert Ferl dell’Institute of Food and Agricultural Sciences dell’Università della Florida.

Il rovescio della medaglia era che dopo la prima settimana, la ruvidità e altre proprietà del suolo lunare stressavano così tanto le piccole piante in fiore che crescevano più lentamente delle piantine piantate nella terra lunare simulata utilizzata sulla terra. La maggior parte delle piante lunari è rimasta di piccole dimensioni.

I risultati sono stati pubblicati giovedì su Communications Biology.

Il terreno più esposto al vento solare e  alle radiazioni sulla superficie era quello più ostile alla vita vegetale. Secondo gli scienziati, i campioni dell’Apollo 11, esposti agli elementi per un paio di miliardi di anni in più a causa della superficie più antica del Mare della Tranquillità, erano i meno favorevoli alla crescita.

“Questo è un grande passo avanti per la coltivazione lunare”, ha affermato Simon Gilroy, biologo di piante spaziali presso l’Università del Wisconsin-Madison, che non ha avuto alcun ruolo nello studio. “Il vero passo successivo è andare a farlo sulla superficie della luna.”

La polvere  lunare è piena di minuscoli frammenti di vetro degli impatti di micrometeoriti che hanno perfino usurato le tute lunari degli astronauti. Una soluzione potrebbe essere scavare nel terreno più profondo, derivante dalle colate laviche, più adatto alla coltivazione-

Solo 842 libbre (382 chilogrammi) di rocce lunari e terreno furono riportate da sei equipaggi dell’Apollo.  La maggior parte della scorta lunare è rimasta rinchiusa, costringendo i ricercatori a sperimentare un terreno simulato fatto di cenere vulcanica sulla Terra. La NASA ha finalmente distribuito 12 grammi ai ricercatori dell’Università della Florida all’inizio dello scorso anno e la

Il prossimo passo sarà comprendere le qualità organiche delle piante lunari. Anche se non sembrano tossiche alcune di queste hanno cambiato colore dal verde al viola, per cui sono necessari ulteriori accertamenti.

“Il fatto che qualsiasi cosa sia cresciuta significa che abbiamo un ottimo punto di partenza, e ora la domanda è come possiamo ottimizzare e migliorare”, ha affermato Sharmila Bhattacharya, scienziato del programma della NASA per la biologia spaziale,

Gli scienziati della Florida sperano di riciclare il loro suolo lunare entro la fine dell’anno, piantando diverse dipi di piante per valutare quale sia la migliore.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal