attualita' posted by

Clamoroso! la Cina comprò enormi lotti di test PCR MESI PRIMA della scoperta ufficiale del Covid!

 

Quello che state per leggere è veramente clamoroso, ma giunge da un’agenzia di stampa seria. Mesi prima dei primi rapporti ufficiali di un nuovo coronavirus a Wuhan, in Cina, i funzionari della provincia di Hubei hanno ordinato un massiccio ordine per i test PCR, secondo Nikkei, che cita fonti di ricercatori occidentali.

Le registrazioni di un sito Web che aggrega i contratti di appalto del settore pubblico rivelano che circa 67,4 milioni di yuan (10,5 milioni di dollari USA ai tassi attuali) sono stati spesi per i test della Polymerase Chain Reaction (PCR) a partire da maggio 2019, quasi il doppio del totale del 2018.

I dati mensili sugli appalti mostrano un picco negli ordini a maggio, in particolare da parte degli acquirenti CDC e dell’Esercito di liberazione popolare“, secondo il rapporto.

Il rapporto mette ulteriormente in dubbio la linea ufficiale della Cina sulle origini del virus, argomento che ha alimentato le tensioni tra Pechino e Washington.

I test PCR, o reazione a catena della polimerasi, vengono utilizzati per rilevare la presenza di una particolare sequenza genetica in un campione e hanno applicazioni oltre i test COVID-19, ma il rapporto sostiene che l’insolito aumento probabilmente segnali la consapevolezza di una nuova malattia che si sta diffondendo nell’area di Wuhan. Se non era già stato diffuso il covid-19 vi era la consapevolezza che lui o un altro virus pericoloso potevano presto essere diffusi nell’atmosfera..

Gli ordini sono stati raddoppiati dalle università, mentre sono aumentati di cinque volte quelli fatti dal Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie e sono aumentati di dieci volte dagli uffici di sperimentazione animale. Gli acquisti dagli ospedali sono diminuiti di oltre il 10%. -Nikkei

Riteniamo che l’aumento della spesa a maggio suggerisca questa come la prima data di inizio per una possibile infezione“, conclude il rapporto.

Anche gli acquisti sono aumentati tra luglio e ottobre, in particolare dalla Wuhan University of Science and Technology, che ha speso 8,92 milioni di yuan nel 2019, un aumento di otto volte rispetto al 2018.

I ricercatori osservano che l’università, insieme agli ospedali locali e alle autorità sanitarie pubbliche, sono i primi soccorritori ai focolai di nuove malattie – e che il coinvolgimento di questi gruppi è la prova che “l’aumento degli acquisti è stato molto probabilmente legato all’emergere di COVID-19. -19 nella provincia di Hubei nel 2019.”

“Valutiamo con grande fiducia che la pandemia è iniziata molto prima di quanto la Cina abbia informato l'[Organizzazione mondiale della sanità] sul COVID-19”.

A questo punto sarebbe necessaria una seria indagine scientifica per capire cosa sia successo a Wuhan, perché non si ripeta. Se poi la fuga del virus fosse veramente stata tenuta nascosta per sette mesi, saremmo di fronte a crimini nei confronti dell’umanità.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal