attualita' posted by

CINA: PAURA DELLA SECONDA ONDATA. Tutti i cinema chiusi

Il governo cinese ha cercato di far tornare la vita economica e sociale nel paese alla normalità nel più breve tempo possibile, dopo la fine della quarantena relativa al COVID. Fra le misure di allargamento delle maglie vi era anche la riapertura progressiva dei cinema, fatta in modo indipendente da regione a regione, interessando 600 sale in tutto il paese. Però qualcosa deve non aver funzionato: il 27 marzo il governo ha deciso di chiudere  tutti i cinema tutti assieme, e da quanto si è saputo non ci saranno riaperture a breve.

Questo dato viene ad incrociarsi con altri che mostrano un forte nervosismo di Pechino su un possibile ritorno del COVID-19. Ad esempio da ieri si p deciso di iniziare a distribuire i dati dei cosiddetti “Asintomatici”, portatori sani risultati positivi ai test pur non presentando nessuno dei sintomi del virus. L’ultimo giorno del mese questi sono risultati 1545, di cui 205 provenienti dall’estero. I test sono ormai obbligatori per tutti e chi è positivo deve fare la quarantena anche se asintomatico.

In un momento in cui la Cina quindi sembrerebbe uscire di scena dalla vicenda COVID-19, i suoi scienziati stanno anche temendo di rientraci e per questo intensificano i controlli.  Questi dati però sono significativi in due sensi:

  • con dati cosi ampi è ovvio come sia un pericolo elevatissimo quello di un nuovo scoppio di focolai di COVID-19, ed una volta terminati i focolai anche in  Italia ci sarà da instaurare dei controlli strettissimo, quasi soffocanti, alle frontiere;
  • se il numero di portatori sani sul numero di casi conclamati è quello indicato dai cinesi, diventano credibili i numeri del Imperial College che parlano di milioni di positivi in Italia.

Poi questo indica come certe attività di massa svolte al chiuso restano molto pericolose anche dopo la fine dei contagi e per loro la ripresa è molto lontana nel futuro. Inoltre la Cina sperava di poter tornare subito ad essere la fabbrica del mondo: peccato che questo sia tutto in closedown….


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed