Seguici su

Attualità

CATL: come il gigante cinese delle batterie conquista il mondo

Pubblicato

il

 

La Commissione Europea ha messo l’industria automobilistica europea nelle mani dei colossi cinesi e l’espansione del gigante delle batterie CATL ne è la dimostrazione pratica. Contemporary Amperex Technology Co. Ltd. Ltd. (CATL) sta aumentando ancora la sua espansione globale. Il più grande produttore di batterie per veicoli elettrici al mondo, che già nel 2018 aveva annunciato la costruzione di uno stabilimento da 233 milioni di dollari in Germania, quest’anno ha compiuto diverse mosse per aumentare la propria presenza a livello globale. In estate ha annunciato la costruzione di uno stabilimento da 7,2 miliardi di dollari in Ungheria. Ora, secondo Caixin, si stanno ultimando anche i piani per una fabbrica in Messico.

Il rapporto dice anche che il produttore potrebbe cercare di espandersi con impianti negli Stati Uniti e in Indonesia.

CATL è stata fondata appena una decina di anni fa, nel 2011, ma ha colto al volo l’enorme ondata del settore dei veicoli elettrici in Cina anche grazie alle enormi sovvenzioni statali. Come si legge nel rapporto, l’azienda ha colto il vento di coda delle sovvenzioni governative nel 2015 e non si è più guardata indietro:

Come è cresciuta CATL così rapidamente? Nel 2015, CATL è stata inserita in un elenco governativo di produttori di batterie per veicoli elettrici da cui le case automobilistiche dovevano rifornirsi per avere diritto alle sovvenzioni. Questo restringimento del campo della concorrenza ha aiutato l’azienda ad accaparrarsi le attività delle case automobilistiche nazionali e internazionali che cavalcano l’onda della crescita. Ad esempio, CATL è stata scelta come unico fornitore di batterie di Volkswagen nel Paese, ha dichiarato l’amministratore delegato Matthias Muller a Caixin all’inizio del 2018.

CATL è stata in grado di cogliere questa opportunità in parte grazie ai progressi tecnologici che hanno reso i suoi prodotti più competitivi rispetto ai suoi rivali. L’azienda è stata pioniera nell’uso delle batterie al litio ferro fosfato (LFP). Pur essendo più sicure, queste batterie hanno una densità energetica inferiore, il che significa che i veicoli elettrici alimentati da queste batterie hanno un’autonomia inferiore rispetto a quelli che utilizzano batterie al nichel-cobalto-manganese (NCM). CATL è riuscita a migliorarne la densità riprogettando i pacchi batteria con un minor numero di componenti.

Il vantaggio di CATL sul mercato cinese dei veicoli elettrici sta iniziando a diminuire, scendendo al 47% della quota di mercato nei primi 8 mesi di quest’anno dal 50% del 2020, si legge nel rapporto. China Aviation Lithium Battery Co. Ltd. Ltd. (CALB) e BYD sono i due principali concorrenti in Cina.

Una fonte ha dichiarato a Caixin che la prospettiva dell’azienda sul settore è “o si va avanti o si va alla deriva”. L’azienda si troverà ad affrontare forze competitive sostanziali in luoghi come la Corea del Sud e il Giappone, e dovrà affrontare i venti contrari geopolitici quando cercherà di entrare in mercati come la Germania e gli Stati Uniti.

Qualcuno all’estero inizia a svegliarsi: l’Inflation Reduction Act di Washington “include disposizioni che stabiliscono che i produttori di veicoli elettrici devono rifornirsi di batterie a livello nazionale per poter beneficiare di sovvenzioni” e in Europa “anche le severe norme ambientali potrebbero rappresentare una sfida”.

Ma CATL ha già iniziato a fare breccia nelle aziende di veicoli elettrici al di fuori della Cina. Ad esempio, Tesla ha annunciato lo scorso ottobre che avrebbe utilizzato le batterie di CATL per le sue auto consegnate ai consumatori di tutto il mondo, non solo per le auto in Cina. Ford ha annunciato a luglio che “importerà batterie LFP da CATL per i suoi pick-up e SUV elettrici nordamericani”, ha scritto Caixin.

Liu Yanlong, segretario generale della China Industrial Association of Power Sources, ha concluso: “Con la creazione di impianti di produzione, le aziende produttrici di batterie possono servire meglio i clienti nelle loro vicinanze, riducendo i costi di trasporto e di altri aspetti logistici”.

CATL  sarà una delle aziende vincenti per la scelta della Commissione Europea di abbandonare i veicoli a combustione interna a favore di veicoli elettrici la cui catena logistica fa capo alla Cina, che controlla gran parte delle terre rare necessarie alla loro produzione. Alla fine cos’è il benessere degli europei al confronto con l’ideologia massimalista di Tiemmermans?


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito