attualita' posted by

ATTENZIONE: gli USA pronti a mandare gli A-10 Warthog all’Ucraina

 

Con un piccolo colpo di scena il Segretario dell’Air Force Frank Kendall ha dichiarato mercoledì che alcuni dei vecchi jet da combattimento americani A-10 Thunderbolt potrebbero essere dati all’Ucraina come parte degli sforzi continui per aiutare il Paese a respingere le forze russe, secondo quanto riportato da Military.com.

Kendall ha fatto questo commento all’Aspen Security Forum in Colorado mercoledì sera, dopo che un moderatore gli ha chiesto se l’A-10, noto anche come Warthog e che l’Air Force sta lentamente ritirando dalla sua flotta incontrando la resistenza del Congresso, potrebbe essere dato all’Ucraina.

“Questo dipende in gran parte dall’Ucraina”, ha detto Kendall. “I sistemi statunitensi più vecchi sono una possibilità. … Saremo aperti a discutere con loro sulle loro esigenze e su come potremmo soddisfarle”.

Il commento di Kendall sull’A-10 è una notevole inversione di tendenza rispetto a quanto aveva detto a marzo all’Air Force Association’s Air Warfare Symposium, dove aveva gettato acqua sul fuoco sull’idea di inviare gli A-10 in Ucraina. “Non sono a conoscenza di alcun piano o discussione in corso per mettere in campo o fornire A-10 agli ucraini”, aveva detto Kendall all’epoca. Ora pare che le cose siano cambiate e anche che gli USA siano pronti ad addestrare i piloti ucraini: infatti i legislatori della Camera hanno recentemente approvato 100 milioni di dollari come parte del National Defense Authorization Act 2023 per addestrare i piloti ucraini a pilotare i caccia statunitensi mentre la campagna contro la Russia entra nel quinto mese.

Il Fairchild-Republic A-10 Thunderbolt II è un aereo da attacco al suolo sviluppato negli anni settanta con la specifica finalità di attaccare mezzi corazzati e bersagli protetti. Dotato di due motori turboventola GE per una bassa marcatura termica, è dotato di un cannone multicanne da 30 mm, caricato spesso con proiettili ad uranio impoverito che bucano qualsiasi corazza. Inoltre è dotato di otto piloni subalari a cui solitamente sono collegati due missili AIM-9 Sidewinder per difesa antiaerea. A queste poi si sommano una vera e propria varietà di bombe, razzi e missili specifici per l’attacco anticarro. Sicuramente non è un aereo nuovo, visto che è in servizio dal 1977 ed è stato usato ovunque con successo, dall’Iraq all’Afghanistan. Sarebbe il mezzo ideale per fermare eventuali avanzate dei mezzi corazzati russi. Inoltre lo A-10 è in uso solo negli USA e quello in Ucraina sarebbe l’unico caso di cessione.

L’apparato industriale USA sta cercando di mandarlo in pensione in ogni modo per sostituirlo con modelli più costosi e meno testati, eppure è ancora indispensabile. Magari qualcuno pensa che l’invio in Ucraina sia un modo elegante per farlo uscire dal servizio. Circa 280 sono ancora operativi fra aviazione e guardia nazionale.

Nelle prime due settimane dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, alcuni legislatori ed esperti di difesa hanno suggerito di dare i vecchi Warthog – noti per il loro caratteristico rumore “brrrttt” emesso dai cannoni da 30 mm in stile Gatling – al Paese per affrontare i convogli di truppe russe che attraversavano il confine. Sinora l’addestramento dei piloti era stato un freno alla cessione, ma il recente stanziamento del Senato USA supera il problema. Tra l’altro a questo punto i prossimi aerei potrebbero essere le versioni più vecchie degli F-16, come la C e la D versioni sviluppate negli anni 80.

Chi scrive, 25 anni fa,  mentre si trovava nel deserto dell’Arizona in auto, ha avuto il dubbio piacere di essere sorvolato da un A-10 che puntava le auto con il cannone per addestramento. Vi assicuro che non è una vista tranquillizzante.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal