attualita' posted by

AstraZeneca: anche il Regno Unito sta valutando gli effetti collateriali sui più giovani

 

 

Il vaccino di ASTRAZENECA potrebbe essere vietato ai giovani britannici, con l’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) che studia i rari casi di coaguli del sangue sperimentati alcune pazienti che hanno ricevuto l’iniezione.

Channel 4 News ha presentato un servizio lo scorso lunedì sera: “Due fonti senior hanno detto a questo programma che, sebbene i dati non siano ancora chiari, ci sono crescenti argomenti per giustificare l’offerta ai più giovani – di età inferiore ai 30 anni – un vaccino diverso. “Il canale ha affermato che un annuncio dell’MHRA potrebbe essere fatto più tardi oggi. L’MHRA ha rilasciato una dichiarazione in cui conferma che sta indagando sui coaguli di sangue, ma ha aggiunto che non è stata” ancora “presa alcuna decisione sulla modifica del suo consiglio.

“La nostra revisione approfondita e dettagliata è in corso in rapporti di tipi molto rari e specifici di coaguli di sangue con piastrine basse in seguito al vaccino COVID-19 AstraZeneca.

“Nessuna decisione è stata ancora presa su alcuna azione normativa.”

Downing Street ha continuato a insistere sul fatto che il vaccino AstraZeneca è sicuro ed efficace e che le persone dovrebbero continuare ad accettare il colpo quando vengono chiamate in causa.

Il vaccino Astra Zeneca è stato utilizzato  per trattare circa il 50% dei cittadini britannici e questo ha generato un buona conoscenza degli effetti collaterali del trattamento, ma sinora si è arrivati a vaccinare i sessantenni. ora, con le classi più giovani, è probabile che la strategia sarà cambiata.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal