attualita' posted by

Alcol e testate nucleari. La «figura di palta» della Marina di Sua Maestà in America

Lunedì il ministero della Difesa del Regno Unito ha dovuto confermato un incidente estremamente imbarazzante che ha coinvolto il responsabile della sicurezza e delle operazioni a bordo del sottomarino nucleare britannico HMS Vigilant mentre era temporaneamente attraccato durante una missione in una base navale statunitense di  Kings Bay in Georgia. Il Vigilant è un sottomarini nucleare lancia missili balistici dii classe Vanguard, uno dei quattro in servizio nella marina britannica.

L’ufficiale incaricato di sorvegliare le testate nucleari della nave è arrivato al suo turno “barcollante e visibilmente ubriaco” mentre stranamente trasportava un sacchetto di pollo alla griglia.

La scena ha immediatamente suscitato la preoccupazione che l’ufficiale, in seguito identificato come il tenente comandante Len Louw “non fosse in condizioni adatte per essere responsabile delle armi nucleari” poiché c’era qualcosa di “gravemente sbagliato” nel suo comportamento, secondo i resoconti ufficiali.

La notizia ha dato il via ad una inchiesta ufficiale e l’ufficiale in questione è stato impacchettato con il suo bagaglio e rispedito in fretta e furia nel Regno Unito, dove affronterà le sue responsabilità disciplinari. Il fatto è stato ancora più increscioso in quanto l’ufficiale in oggetto è responsabile non solo di una serie di sensori tattici essenziali, ma anche di tutti i sistemi d’arma, anche strategici, a  bordo della nave. Quindi il fatto che fosse ubriaco mette una luce molto fosca sulle capacità strategiche della Royal Navy e sul potenziale dissuasivo del Regno Unito.

La nave non è nuova a situazioni disciplinari eccentriche: nel 2007 il suo comandante dovette essere sbarcato perchè si scoprì aveva una relazione con un membro dell’equipaggio del sesso opposto. Uno degli effetti dell’aver imbarcato le donne negli spazi ristretti dei sottomarini.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito