analisi e studi posted by

2000-2020 D’Alema VS Conte: la differenza in vent’anni di storia politica italiana (un corsivo di Giuseppe Palma)

Alle elezioni regionali del 2000 il centrodestra strappò al centrosinistra 4 regioni. L’allora Presidente del Consiglio Massimo D’Alema, a capo di un governo di centrosinistra, si dimise.

Eppure D’Alema le elezioni politiche di quattro anni prima, quelle del 1996, le aveva vinte, era infatti il segretario del partito – il Pds – che aveva ottenuto la maggioranza relativa dei voti, e che era andato al governo con la coalizione di liste – L’Ulivo – che aveva vinto le elezioni col sistema maggioritario dei collegi uninominali a turno unico (il Mattarellum).

Dopo vent’anni la dignità politica sprofonda talmente in basso che viene a verificarsi la seguente situazione.

Nei diciotto mesi successivi alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 il centrodestra riesce a strappare al centrosinistra ben 7 regioni su 7. Lunedì 27 gennaio potrebbero essere addirittura 9 nel caso di vittoria in Emilia-Romagna e Calabria.
Purtroppo il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che di elezioni non ne ha mai vinte una e alle politiche del 2018 non era neppure candidato, probabilmente non si dimetterà. Anzi, non mi meraviglierei se avesse la faccia tosta di rilanciare l’azione di un governo giallo-rosso che, al di là dei tecnicismi costituzionali, non è sostenuto neppure da una sola lista facente parte della coalizione che il 4/3 aveva vinto le elezioni con la maggioranza relativa dei voti e dei seggi (il centrodestra).

Insomma, dopo vent’anni anche Massimo D’Alema – al cospetto dei mariuoli e dei ladri di democrazia di Pd e 5Stelle – appare un gigante della politica. Aveva mille difetti D’Alema, e certamente era abile a tessere tele sotterranee (forse lo è ancora), ma aveva una spiccata dignità politica, quella totalmente assente nei poltronari abusivi del governo giallo-rosso.

Il totalitarismo della minoranza ha trovato forma in un contenitore ormai ben definito, l’attuale governo delle quattro sinistre orfano del popolo, nemico del popolo.

Giuseppe PALMA

***

(Ladri di democrazia. La crisi di governo più pazza del mondo. L’ultimo libro di Paolo Becchi e Giuseppe Palma, Giubilei Regnani editore, 2019: https://scenarieconomici.it/ladri-di-democrazia-la-crisi-di-governo-piu-pazza-del-mondo-lultimo-libro-di-p-becchi-e-g-palma-giubilei-regnani-editore/)


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus

Seguici:

RSS Feed