attualita' posted by

Eventi di massa e Covid. Ricerca mostra scarsa correlazione

 

 

Secondo Sky News, un nuovo rapporto basato sullo studio di diversi eventi di massa avvenuti nel Regno Unito. con la partecipazione di un grandissimo numero di persone radunate  non ha rilevato la nascita di  “focolai sostanziali” di COVID-19.

Tra gli eventi testati vi è stata, ad esempio, una serata in una grande discoteca di Liverpool.


Gli eventi combinati hanno visto la partecipazione di 58.000 persone, risultando in soli 28 casi noti, secondo l’Event Research Program (ERP). Dei 28 casi, 11 sono stati identificati come “potenzialmente infettivi durante un evento”, mentre altri 17 sono stati contrassegnati come “potenzialmente infetti durante o intorno al momento dell’evento”.

Ad esempio i Brit Awards, che hanno avuto un pubblico di 3.500 persone, non hanno avuto casi collegati di COVID-19. Nessuna parola sullo stato vaccinale dei partecipanti.


Nessun caso è stato rilevato agli inglesi, nonostante il suo pubblico di 3.500 persone (tramite Sky News)
Ecco una descrizione dei singoli eventi e dei relativi casi di COVID rilevati (tramite Sky News):

  • Il Circus Nightclub di Liverpool ha ospitato quasi 7.000 persone in due notti e ha registrato 10 casi
  • Il World Snooker Championship, che ha accolto più di 10.000 in 17 giorni, ha registrato sei casi
  • I Brit Awards, che hanno ospitato 3.500 fan della musica all’arena O2 di Londra, non hanno registrato casi
  • La semifinale e la finale della FA Cup e la finale della Carabao Cup hanno registrato un totale complessivo di otto casi su quasi 30.000 partecipanti
  • Un festival pilota all’aperto al Sefton Park di Liverpool, a cui hanno partecipato più di 6.000 persone, ha registrato due casi.
  • La corsa Reunion 5k a Kempton Park, nel Surrey, ha registrato due casi su 2.000 persone presenti.

Gli eventi sono stati monitorati tramite telecamere e utilizzando i dati Wi-Fi, mentre ai partecipanti è stato anche chiesto di sostenere una serie di test.

I principali consulenti del programma, Nicholas Hytner e David Ross, sono stati attenti ad avvertire che il rapporto “non fornisce raccomandazioni conclusive sulla salute pubblica sulla riapertura degli eventi in questa fase” e ha aggiunto che gli studi sono stati condotti quando i focolai di COVID-19 erano bassi.

“Le future misure di salute pubblica devono adattarsi ai livelli e ai modelli prevalenti del virus”, hanno affermato. Si tratta di una sorta di ammissione indiretta che gli eventi di massa sono da evitare, ma quando ci sono delle esplosioni epidemiche. Altrimenti sono a basso rischio

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal