attualita' posted by

WIRECARD CHIEDE LA PROCEDURA FALLIMENTARE. I titoli da 100 a 3 euro in una settimana. A rischio almeno 4 miliardi di crediti

Alla fine le peggiori impressioni su Wirecard sono state confermate ed oggi , dopo l’arresto del CEO Markus Braun, la società ha fatto richiesta di accedere alle procedure fallimentari. Praticamente Wirecard è in bancarotta. Ora i 4 miliardi di credito vantati dal sistema bancario nei suoi confronti rischiano di volatilizzarsi nel nulla.

La causa della richiesta di bancarotta è stata presentata con grande semplicità dal nuovo management”A causa di imminente insolvenza e indebitamento eccessivo”. Anche le controllate è possibile presentino domanda di bancarotta, rendendo l’affare un disastro internazionale.

Una  fonte vicina ai colloqui con i creditori ha affermato che sebbene la società avesse un nucleo sano, circa i due terzi delle vendite erano stati falsificati nei suoi conti. questo rende il Valore della società completamente incerto e , probabilmente, vicino allo zero….. Per cui”Non è possibile rimborsare il  debito totale di 3,5 miliardi di euro con quel core, nonostante tutte le sfide legali che li attendono”, ha affermato la fonte a condizione di anonimato. Un’altra fonte ha affermato che le banche sono  state colte completamente di sorpresa dal fatto  che Wirecard abbia chiesto l’insolvenza senza neanche attendere una richiesta o una contrattazione con i creditori. Questo significa che, in realtà, il management ha una idea piuttosto chiara del buco che si è creato e degli effettivi attivi della società, e che non c’è molto da sperare. i “Fondi filippini” sono realistici come quelli caraibici che aveva a suo tempo Parmalat.

I valori di borsa dicono molto sulle prospettive di Wirecard:

Da 100 a 3 euro per azione nell’arco di una settimana è una fluttuazione significativa delle prospettive della società. Sicuramente salteranno 500 milioni di bond ed 1,75 miliardi ad un pool di 15 banche più altre posizioni simili. Bisogna tornare al 2018 ed al fallimento P&R per poter vedere un buco comparabile, anche se più piccolo. Un duro colpo per il sistema creditizio tedesco.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed