attualita' posted by

VW produrrà batterie in tutta Europa. Previste almeno 6 fabbriche

 

 

Volkswagen sta cercando di aumentare la produzione di  batteria per veicoli elettrici nei prossimi anni, con il gigante automobilistico tedesco che annuncia lunedì che intendeva stabilire diverse “gigafactory” in Europa entro la fine del decennio.

“Insieme ai partner, vogliamo avere un totale di sei fabbriche di celle attive in Europa entro il 2030”, ha affermato in una nota Thomas Schmall, CEO di Volkswagen Group Components. Questa mossa, ha aggiunto, garantirebbe la “sicurezza dell’approvvigionamento”.

Secondo VW, si prevede che, una volta completamente operative, le fabbriche saranno in grado di produrre batterie per auto elettriche ed altri usi con un valore energetico combinato di 240 gigawattora all’anno.

I primi due saranno situati presso uno stabilimento Northvolt a Skellefteå, in Svezia, e presso il sito di VW Salzgitter in Germania. Nel suo annuncio lunedì, Northvolt ha dichiarato di aver ricevuto un ordine di celle di batteria da 14 miliardi di dollari da Volkswagen, che aumenterà la sua quota di proprietà nel produttore di batterie svedese.

Volkswagen si concentrerà anche sullo sviluppo di una “nuova cella  di accumulazione standardizzata” che dovrebbe essere lanciata nel 2023 e utilizzata nell’80% dei veicoli elettrici del gruppo nel 2030.

“In media, ridurremo il costo dei sistemi di batterie a un livello significativamente inferiore a € 100  per chilowattora”, ha affermato Schmall. “Questo renderà finalmente la mobilità elettrica accessibile e la tecnologia di guida dominante”. questo abbatterà il costo del pacco batterie medie a 5 6 mila euro, il che però  resta comunque troppo rispetto ai costi che riesce a paagare Tesla nelle sue fabbriche.

Sul fronte della ricarica, VW ha dichiarato di aver pianificato di gestire circa 18.000 “punti di ricarica rapida pubblici” in Europa entro il 2025. Ciò sarà realizzato attraverso la sua joint venture, nota come “IONITY”, con altre importanti case automobilistiche, nonché ciò che ha descritto come “una serie di partnership strategiche”.

Quest’ultimo vedrà VW – che investirà 400 milioni di euro nella sua iniziativa europea entro il 2025 – collaborare con Enel in Italia, Iberdrola in Spagna e BP in Gran Bretagna.

In Cina un’altra joint venture, CAMS, punterà a 17.000 punti di ricarica rapida entro la metà di questo decennio. In Nord America, sono in atto piani per circa 3.500 punti di ricarica rapida entro la fine del 2021.

Domenica, VW ha dichiarato che congelerà la dimensione della sua forza lavoro ai livelli di gennaio 2021 e inizierà a offrire un pensionamento parziale ai lavoratori nati nel 1964 e un’iniziativa di pensionamento anticipato per i dipendenti nati tra il 1956 e il 1960.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal