attualita' posted by

VERONIKEN VON ROMANIS (LADYBINISMAGHI) A DIFESA DELLA CRANTE UND ONESTEN CERMANIA

Nel corso di una delle puntate di questa settimana di CANOTTO E MEZZO, abbiamo avuto la possibilità di ammirare la brillante economista VERONIKEN VON ROMANIS, difensore estremo della superiorità della razza politico-economia ariana e della sua ECONOMIA SOCIALE DI MERCATO, in occasione della partita a poker tra il duo Merkel-Schauble e la coppia Tsipras-Varoufakis.

untitled (36)

Di fronte a giornalisti che facevano notare all’economista le pecche della moneta unica in una Europa per niente simile agli USA (per assenza di trasferimenti interni tra stati), la Von Romanis opponeva la tesi che |”LA MERKEL NON SI E’ MAI OPPOSTA AD AIUTI TRA STATI, SOLO CHE LI VUOLE ACCOMPAGNATI DA RIFORME STRUTTURALI PERCHE’ LA GRECIA, COME ALTRI PAESI, HA VISSUTO TROPPO TEMPO SOPRA LE PROPRIE POSSIBILITA’ “.

A quel punto, gli altri partecipanti al dibattito facevano notare che i salvataggi della Merkel potevano anche essere non fatti in presenza di riforme visto che non erano finiti ai greci MA PIUTTOSTO ALLE BANCHE TEDESCHE (RIENTRATE DAI LORO CREDITI A SPESE DI POVERI GRECI ORAMAI AVVIATI ALL’ULTIMO STADIO DELLA MISERIA). Inoltre, gli altri partecipanti facevano notare che questa EUROPA SI DIFFERENZIA TANTISSIMO DAGLI USA ESSENDO SOLAMENTE UN INSIEME DI REGOLE DI MERCATO CON POCHISSIMO SPAZIO PER LA DEMOCRAZIA.

La Von Romanis interviene immediatamente in difesa dei suoi amici sottolineando che per la terza volta l’Europa sta venendo incontro alla Grecia nonostante la responsabilità sia solamente della Grecia e facendo presente che non è vero che la Merkel abbia aiutato le banche tedesche perché con il primo haircut sui debiti Greci anche le banche tedesche subirono consistenti tagli (ovviamente tacendo sul fatto che PRIMA fecero rientrare di molto le banche tedesche e SOLO POI effettuarono l’haircut).

Gli altri partecipanti incalzano ancora l’economista facendo notare alla Von Romanis che LA CHEMIOTERAPIA APPLICATA AI GRECI NON FUNZIONA ma la Von Romanis insiste dicendo che SONO GLI STATI AD APPLICARE LE REGOLE SCEGLIENDO LE PROPRIE E NON SONO MAI IMPOSTE.

Procedendo ancora nel dibattito viene fatto notare alla Von Romanis che veramente ai greci sono stati tagliati stipendi, medicinali, servizi e persino acqua e corrente elettrica.
Stoicamente la Von Romanis sottolinea che AIUTARE IN CAMBIO DI RIFORME E’ BEN DIVERSO DA ASSISTENZIALISMO PURO E SEMPLICE E CHE LA GERMANIA E’ CONTRARIA AL “MORAL HAZARD” CHE E’ PROPRIO IMPLICATO NELLA FASE DI ASSISTENZIALISMO PURO CIOE’ AGLI AIUTI NON ACCOMPAGNATI DA RIFORME.

A questo punto uno dei partecipanti fa notare che la Germania impose 5 miliardi di spesa pubblica per dei sottomarini ai greci che di quei sottomarini potevano tranquillamente farne a meno.

E come se ne esce la VON ROMANIS? In questo brillante modo:

“i sottomarini li hanno comperati i politici greci, cosa dovevano fare i poveri tedeschi, rifiutarsi?”

Ecco, è questo il punto, si presume che i tedeschi siano contrari al moral hazard però, alla fine, inducono alla corruzione e la colpa è sempre degli altri.

Ma questi venduti al nemico (in questo caso industriale) non se ne possono andare di propria sponte prima che, una volta tornati alla normalità, non vengano cacciati a furor di popolo, di quel popolo che tanto hanno vilipeso?

Vediamo cos’è che non mi va giù di questa presunta PROFESSORESSA (che a questo punto mi vien da pensare che stia la dove è perché professa le bugie che il popolaccio infame deve mettersi in testa).

 

IL MORAL HAZARD

“L’azzardo morale in macroeconomia si ha quando gli operatori economici sono incentivati a intraprendere comportamenti eccessivamente rischiosi SE sanno di poter contare sul fatto che i costi associati a un eventuale esito negativo delle loro azioni ricadano sulla collettività”

Su questo punto, sappiamo benissimo che la crisi non era da debito pubblico, bensì da debito privato che, per salvare il sistema bancario tedesco, è stata trasformata in copertura dal fallimento del sistema bancario greco affinché le banche tedesche e francesi la facessero franca.

Eppure, guarda caso, è stato proprio un doppio caso di MORAL HAZARD:

1.1 – innanzitutto il prestare a paesi dove gli impieghi erano al 4-5-6-7% l’enorme mole di denaro disponibile presso le immense banche del nord-europa attivando il processo detto CICLO DI FRENKEL (faccio presente che prima di attivare il CYPRUS STYLE, passarono sufficienti mesi per consentire alle banche tedesche di far rientrare in patria l’enorme quantità di prestiti che altrimenti avrebbero subito un grande taglio);

1.2 – le banche del nord europa, a differenza di quelle del sud-europa e di quelle USA, applicano un moltiplicatore pari a 40 volte (ovvero ogni euro di patrimonio di garanzia viene trasformato in 40 euro di investimenti, siano essi prestiti all’economia o investimenti speculativi veri e propri) determinando un’altissima produttività del sistema (rapporto tra ricavi e costo della manodopera) ma anche un’elevatissima rischiosità.

Vediamo un po’ di documenti in merito:

MORAL HAZARD 1

Ma guarda, ma non diceva la VON ROMANIS che i tedeschi sono contrari al MORAL HAZARD?

MORAL HAZARD 3

Guarda guarda, operazioni opache e fuori bilancio su cui poi beneficiare dalla vendita di CDS.

MORAL HAZARD 2

Ma ben sul serio!…….ma che bella esposizione nozionale ai derivati che abbiamo, ma non sono quelli della MORALITA’ A TUTTI I COSTI?

MORAL HAZARD 4

Ma pensa tu…..gli americani che hanno inventato il capitalismo hanno un leverage ratios massimo di 30 volte l’equity disponibile (e comunque la media si aggira sul 20), Commerzbank e Deutsche Bank viaggiavano a valori intorno al 70 e 40!

 

LA CORRUZIONE

I tedeschi sono i più grandi corruttori al mondo fuori dalle proprie mura:

CORRUZIONE TEDESCA 1

Ma guarda, ben 200 tra magistrati, ispettori del fisco e agenti hanno fatto saltare il coperchio SIEMENS!

CORRUZIONE TEDESCA 2

Guarda guarda, ben 250 miliardi il macigno sull’economia tedesca!

CORRUZIONE TEDESCA 3

Ma beeeeene….ma mooooolto beneeee………sottomarini e tanto altro nella lista della spesa !

Mia cara LADY BINI SMAGHI,

untitled (37)

sarete anche un bella coppia lei e il suo romantico marito MA, detto fra noi, FORSE DOVRESTE RICHIUDERE LA TENDA E PARTIRE CON TUTTO IL VOSTRO ENTUSIASMO PER QUESTO PAESELLO CHE TANTO RISCUOTE LE VOSTRE SIMPATIE NO?

 

Maurizio Gustinicchi

Socio Sostenitore Lega Nord-Riscossa Italiana-Economia5Stelle

A MAURI E IL PROF

1

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog