attualita' posted by

TG 5 , ovvero andare in TV senza sapere, o capire, nulla di economia.

disinformazione3

Ci sono dei casi in cui la disinformazione è talmente maldestra e profonda che , quasi, si preferirebbe fosse figlia di un delitto e non della superficialità: infatti, come dice un detto , il malvagio è meglio dell’improvvido, perchè il malvagio, talvolta, dorme.

tg5 del 20/6 ore 20.00

La bella Elena Guarnieri inizia con annunciarci che la crisi greca è già costata all’Europa 240 miliardi (minuto 1.51). Ora considerando il debito greco sui 320, capiamo subito che la politica tedesca e della troica è stata una “Cagata Pazzesca” (cit di Fantozzi). E siamo solo agli inizi…
guarneri

Segue un servizio di introduzione, che elenca le perdite dei singoli stati, ricordando che, con il rifinanziamento del debito greco, abbiamo buttato via 40 miliardi per niente, grazie al EFSF. Ricordatevelo bene, voi che avete appena pagato IMU e TASI… quindi alcune altre piccole verità (minuto 2.30) cioè che del piano di salvataggio del 2010 ne hanno approfittato le banche francesi e tedesche per liberarsi dei titoli greci. Fin qui sembra un servizio abbastanza generico e banale, ma sostanzialmente corretto. Nulla di nuovo sul fronte meridionale.

Dopo l’introduzione (minuto 3.40) rientra la bella Guarnieri che esordisce con “Undici milioni di abitanti, quelli della Grecia, rischiano di affondare cinquecento milioni di abitanti, quelli dell’Unione Europea”..Ohibò, la colpa non è solo dei Greci, ma anche di chi ha imposto loro una politica che non li porta da nessuna parte?, ma proseguiamo.

Quindi vi è un “Servizio di informazione generale” (min 4.10) che esordisce con un parco :”Chissà quanti in Grecia sanno cosa vuol dire essere in un paese in default, come in Argentina nel 2001. I soldi rimasti valgono poco più che carta straccia , scopri che con lo stipendio compri poco più della metà di quello di prima,  ci si trova tutti in piazza con le pentole”. STOOOP!!! cooosa ? I greci stanno, ed hanno, prelevato sino ad adesso Euro. operano in Euro, pare che abbiano , in media, messo da parte oltre 10 mila euro di contante per famiglia. Perchè dovrebbe divenire carta straccia ? Se ciò accadesse la colpa NON sarebbe dei greci, ma della BCE…

A dir la verità il taglio degli stipendi vi è già stato: il PIL pro capine è calato da 30 mila euro nel 2008 a 25 mila nel 2014, la disoccupazione è passata da meno del 10% al 26%, la paga minima è passata da 876 euro a 676 euro. L’ARGENTINA E’ GIA’ ARRIVATA IN GRECIA, ma meglio non dirlo…. Il servizio , o servizietto, prosegue con l’apologia degli sforzi di FMI, Europa e BCE per salrvarla, ma il Kattifo Varoufakis non vuole calare le pensioni... Abbiamo proprio scritto un articiolo in materia qualche giorno fa sul sistema pensionistico greco, tutt’altro che ricco e , soprattutto,UNICO STRUMENTO DI ASSISTENZA SOCIALE per un paese che non ha una seria protezione delle disoccupazione, con pensioni contenute, un’età media uguale a quella tedesca ed una percentuale di pensionati sul totale della popolazione di molto inferiore a quella tedesca… Però siamo giornalisti MAINSTREAM; e , comunque, dobbiamo attaccare il somaro dove vuole il padrone. Informarsi è un extra.

 

Ora passiamo al non plus ultra. Minuto 6, la Guarnieri introduce un servizio per il caso in cui siate in Grecia ed accadesse il default. Il servizio inizia con un “Improbaile ma possibile” riferito alla Grexit, , ed almeno questo è un pensiero ragionevole. Fare Grexit in una settimana non è possibile. Neanche il default è possibile in una settimana, al massimo può esserci una crisi di liquidità… Proseguiamo…  “Con le file dei greci di fronte ai bancomat,…” e si vede l’immagine di un unico tizio di fronte al bancomat.. ok, “Potete portare contanti, fino a 10 mila euro”… ottimo.. “però il governo greco potrebbe mettere un limite all’uscita dei capitali, per se non spendete tutto, c’è il rischio che dobbiate lasciare li quanto non speso”.  Ma chi te lo ha detto ? Neanche nell’URSS. Come non residenti potrete portare via quello che NON avete speso. se portare più di 10 mila euro ricordate di fare la dichiarazione doganale, comunque obbligatorio per legge che , nel remotissimo caso di limiti all’esportazione del capitale, indicheranno quanto potete portare indietro... Proseguiamo: “Per il viaggiatore  del tanto faccio tutto con le carte di credito il rischio è quello del cambio, a che cambio e con quali commissioni saranno registrate le operazioni “ . Qui andiamo nella paranoia pura, ed anche illogica. Se la Grecia incredibilmente, uscisse dall’euro in 15 giorni, introdurrebbe una valuta SICURAMENTE SVALUTATA, per cui, incredibilmente, vi trovereste a pagare meno di prima. Non sarebbe un rischio, ma un vantaggio. Per le commissioni, se avete un contratto firmato in Italia, vi verranno applicate le commissioni previste da contratto, ed ogni modificazione dovrà essere concordata/comunicata fra le parti. Esiste la possibilità che qualcuno cessi di accettare le carte di credito,ma la Grecia non è la Somalia o il Califfato dell’ISIS, esiste un sistema giuridico, anche migliore del nostro, ed anche lì bisogna rispettare i contratti .

 Proseguiamo: Simpatica vignetta di Verdone. Proseguiamo: “Il governo britannico sta lavorando ad una soluzione che tuteli da eventuali fallimenti delle linee aeree”: bravo governo di Sua Maesta, ma le compagnie che operano con la Grecia sono quasi tutte straniere (ad esempio Easyjet, che è proprio inglese, o Ryanair, Irlandese), e la Aegean Airlines è del gruppo Eithiad. se falliscono non è a causa della Grecia. Il culmine si raggiunge però alla fine “E mettene nella valigia , con la crema solare, il passaporto: all’andata non vi serve , ma se la Grecia non sarà più in Europa, non si sa'” Qui superiamo il climax: non so il default, non solo grexit, ma la Grecia fuori dalla UE, in 15 giorni… Magari anche fisicamente la Grecia fuori , con i baldi lavoratori della BCE a scavare un canale per separarla dalla penisola balcanica. Perchè, a questo punto, non immaginare direttamente i Panzer tedeschi sul Partenone, oppure bombardamennti su Rodi ? O un’invasione di cavallette ?

La realtà è che quest’anno il turismo in Grecia è cresciuto del 28%, cosa che non è successa all’Italia, e ch questo dato, in caso di svalutazione della moneta nazionale , non potrà che aumentare. Invece i nostri media seminano terrore e disinformazione, ignorano le già dure condizioni del greci, ed operano come Minculpop della Troika. Insomma, come rispondono a Verdone : “Ma va a cagher”.

 

 

 

 

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog