attualita' posted by

TANTO MARCIO IN ETRURIA: i possibili risvolti di tutti i giochi di borsa fatti fra Vicenza ed Arezzo, chi ci avrebbe guadagnato con una bella mano politica da Roma.

 

Banca-Etruria-vicenza

Ogni tanto ci giunge qualche commento molto interessante, che merita un po’ di approfondimenti. Al recente articolo di Luigi Pecchioli “Il DL Salvabanche..” del 27/12 è giunto un commento da un certo “Marco” che sembra molto informato sui fatti relativi alla mancata acquisizione di Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio che meritavano un certo approfondimento e la ricerca di riscontri.

Ora quello che scriveremo è, per ora, da prendere con beneficio di inventario anche se la storia sta in piedi, per cui considerate tutto con il condizionale, tranne quello che vi indicheremo specificamente come verificato ed i grafici di borsa relativi. Se “Marco” ci leggerà ancora lo preghiamo di contattare gli autori perchè avremmo diversi chiarimenti da chiedergli.

La vicenda viene ad intrecciare Banca Etruria con Banca Popolare di Vicenza, quindi due situazioni scottanti, e parte dal 2014.

In quell’anno le condizioni della banca toscana erano già drammatiche, per cui si era affidata a Mediobanca per trovare un partner adeguato.

Mediobanca trova il partner in Banca Popolare di Vicenza.  Gianni Zonin, allora presidente da lungo tempo si impegna a presentare una offerta vincolante il 18 marzo 2014. Naturalmente il titolo di Banca Popolare dell’Etruria si impenna.

Vediamo una chart con i dati

bpopetruriaelazioconquantità

Ingrandite e tenete sottomano questa chart. Sull’onda delle notizie partono gli acquisti, come si può vedere dai volumi. Il prezzo sale, a che troppo. C’è il rischio che B. Pop. Vicenza debba offrire un prezzo troppo alto, o l’offerta non verrà accettata.

9/4 Secondo “Marco” la Kairos & Partner SGR Spa apre una posizione “Short” cioè per spingere al ribasso, su Banca Popolare dell’Etruria. Kairos Sgr vede come socio fondatore  Paolo Basilico, uno dei principali sostenitori di Renzi, che già nel 2013, dopo la prima cena con il fiorentino e Serra, invitava i suoi investitori a sostenerlo. La posizione ribassista, a contrasto del mercato, è strana: gli unici che possono esserne interessati sono Mediobanca e B.Pop. Vicenza. Comunque la posizione pare funzionare, come mostra lo stralcio:

stralcio 1

Comunque funziona ed il titolo B. Pop. Etruria, che era giunto al limite dell’euro, torna intorno agli 80 centesimi. L’opera ribassista è aiutata da B. Pop. dell’Etruria che, dice “Marco”, vende azioni proprie…

Nella stessa data Zonin invita a sottoscrive l’aumento di capitale di B . Pop Vicenza per permettere l’acquisto di altre banche. questo aumento di capitale, poi realizzato, permetterà a Bancca Popolare di Vicenza di superare gli Stress Test. Quindi B. Pop. Vicenza non aveva un interesse vero ad acquistareBanca Etruria ? su questo e sull’accusa di aggiotaggio per i vari annunci e le varie smentite sta indgando la GdF …

12/4. Dopo aver dichiarato a mercati aperti il 9/4 che Popolare di Vicenza farà una offerta “Cash” e che entro pochi giorni sarebbe stata proposta l’offerta vincolante, il 12/4 Zonin cambia idea ed afferma che presenterà un’offerta solo dopo una lunga trattativa e quindi entro il 29/5. Con questa dichiarazione si cacella quella fatta a mercati aperti, e questo sarebbe già sufficiente per “Irritare” risparmiatori e Consob…. ma a Milano tutto va bene..

 

29/5/2014  Viene rivelata l’offerta di banca popolare di Vicenza per Banca Etruria: 1 euro per azione, superiore al corso medio degli ultimi mesi e perfino ai picchi che si erano realizzati dopo l’annuncio di Pop. di Vicenza. Un’offerta quindi allettante (direi irripetibile)…che Banca Etruria rifiuta.  Dopo un òpicco positivo il giorno dell’offerta il titolo cala.”Marco” dice che Kairos prosegue nella sua posizione short.

stralcio2

Se ha ragione “Marco”, perchè Kairos prosegue con la posizione short? Si poteva chiudere la posizione , magari pian piano, e portarsi a casa un bel malloppo… Solo eventuali pressioni sul CdA Etruria per vendere potevano giustificare la posizione ribassista. Chi voleva fare queste pressioni ?

12 Agosto 2014 Messo alle strette il CdA di  Banca Etruria decide di trasformarsi in Spa L’annuncio porta ad un nuovo picco positivo in Borsa. Limite per la trasformazione è il 31/12.

strancio 3

Il quest’ottica lo short di Kairos potrebbe avere senso per comprimere i valori di riscatto degli eventuali azionisti che volessero uscire dalla banca, non accettando la trasformazione. Allora Kairos potrebbe aver aperto la posizione per conto del Cda Etruria, o almeno per una parte di questo…

Dicembre 2014- Gennaio 2015. Il 23/12/2014 il CdA di Banca Etruria rinuncia alla trasformazione, rimandando tutto al 2015. Il titolo cala, ed è il momento per Kairos (e Marco dice , anche per Mediobanca) per chiudere le posizioni “Short” senza dare nell’occhio, operazione probabilmente conclusa nei primi 15 giorni di gennaio, Dal 11 al 13 si vede una spinta all’acquisto costante per 3 giorni, che sarebbe coerente con la chiusura di queste posizioni. Giusto in tempo prima del Flash finale dopo l’annuncio , il 20/1/2015 , del DL di Renzi sull’obbligo di trasformazione in SpA.

stralcio4

 

Il titolo che quotava fra la fine dicembre e la prima metà di gennaio quotava 0,4 circa, passa a 0,6. Se , come dice “Marco”, Kairos e Mediobanca chiudono prima del 20/1/2015, portano a casa un buon utile e riuscendo amascherare le loro transazioni nel mare magnum di quei giorni. Dal 20/1 al 11/02, quando la banca viene commissariata e Consob sospende le quotazioni, si macellano gli azionisti illudendoli con la possibilità che la trasformazione in SpA salvi la banca, e con scambi alle stelle. I “Furbi” hanno abbandonato la barca, e gli altri sono stati pelati.

 

Ci sono stati ben 3 momenti in cui ci si poteva facilmente arricchire con un po’ di insider trading, e sicuramente qualcuno lo ha fatto. bastava un amico vicino al CdA di Banca Popolare di Vicenza, di Banca Etruria o agli ambienti di Palazzo Chigi per diventare ricchi: all’annuncio di Popolare di Vicenza, all’annuncio della trasformazione e all’annuncio del decreto Renzi….. Ora saltino fuori tutti i nomi di quelli che ci hanno guadagnato , per quanto alti possano essere.

Caro Marco, contatta scenarieconomici.it. Vorremmo chiederti alcuni chiarimenti perchè sembri molto ben informato. Dacci una mano.

 

 

 

3

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog