Sulla crisi parlamentare e su come perdere una battaglia dialettica già vinta

Mentre Conte parlava, Di Maio era una sfinge impassibile, il volto appena increspato da un sorriso compiaciuto – un gatto col sorcio in bocca, diciamo – difficile da reprimere dinanzi … Leggi tutto Sulla crisi parlamentare e su come perdere una battaglia dialettica già vinta